CO2: un mega impianto di stoccaggio inquinerà il Mare del Nord

Purtroppo si continuano a ricevere brutte notizie a fronte di tante e faticose iniziative in merito alla tutela ambientale e alla salvaguardia del pianeta. E a farne le spese stavolta sarà il Mare del Nord. Il via libera è stato dato da Bruxelles, un via libera alla costruzione di un impianto del tipo Carbon Capture and Storage (si tratta di una tecnologia che cattura e sequestra a livello geologico l’anidride carbonica prodotta da grandi impianti di combustione) per lo stoccaggio di CO2 di un impianto che sarà costruito a Selby, nello Yorkshire, nord dell’Inghilterra. Ha pure ricevuto ben 300 milioni di euro di finanziamenti per farlo. Sarà Drax, un operatore energetico del Regno Unito a costruirlo.

Ha pure ricevuto ben 300 milioni di euro di finanziamenti per farlo.
L’impianto fornirà energia elettrica a 630mila abitazioni, creando anche migliaia di posti di lavoro, che verranno impiegati anche per la costruzione delle tubature dirette verso il sito di stoccaggio. Se gli ambientalisti lo avversano, in Inghilterra i partiti politici all’unanimità, perfino i Verdi, sono d’accordo sulla sua realizzazione.

Lo considerano la soluzione a tanti problemi, occupazionali ed energetici. Ma in realtà i rischi ambientali sono tanti e lo confermano le analisi sui cinque grandi siti di CCS attualmente in uso al mondo (dalla Norvegia al deserto del Sahara).

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie