L’oro degli Incas: la lucuma

E’ assai buffo il fatto che il nome di questo frutto mi riporti alla memoria la civiltà etrusca e precisamente il “lucumone”, che in etrusco significa Re. Potrei però affermare che la Pouteria lucuma è una pianta regale. Più che pianta essa è un albero dai frutti rotondi e ovoidali verdi la cui polpa è gialla e fibrosa.

Detta anche oro degli Incas, è stata onorata spiritualmente fin dai tempi antichi. All’interno della cultura peruviana, la lucuma è spesso parte delle celebrazioni e delle impostazioni per banchetti a causa del suo sapore distinto e fragrante. Anche se cresce in altre regioni tropicali, il frutto coltivato negli altopiani peruviani viene considerata di qualità e sapore migliore. Secondo cronisti e storici, l’uso della Lucuma in passato avveniva già nell’ Impero Inca ,è evidente nelle immagini stampate nei vasi della cultura Mohican. Questo frutto era parte integrante della dieta di queste e altre popolazioni che si stabilirono nei villaggi lungo la costa e altipiani del Perù.

Sappiamo che la Lucuma ha una grande quantità di niacina, carotene, ferro e fibre, sostanze fondamentali per il corretto funzionamento dell’organismo. Anche se pochi conoscono che questo è uno dei più naturali ed efficaci rimedi naturali contro la depressione, grazie al suo elevato contenuto di niacina, una sostanza nota come vitamina B3, è utile nel metabolismo delle proteine e nel processo di produzione di energia del corpo, l’assunzione di lucuma stimola il funzionamento del sistema nervoso e agisce da energizzante straordinario.

La Niacina, contribuisce a ridurre il livello di colesterolo e di trigliceridi nel sangue, che è di importanza vitale per il trattamento di numerose malattie, soprattutto obesità e disturbi cardiovascolari. Inoltre gli alti contenuti di carotene come antiossidante, riducono gli effetti dell’invecchiamento e contrastando le malattie che colpiscono gli occhi come la cataratta e la perdita di visione da degenerazione della retina. Contribuisce prevenire il cancro alla prostata, e riduce in modo significativo il rischio di attacco di cuore, mentre aumenta l’efficacia del nostro sistema immunitario.

Anche il ferro, presente in proporzioni significative, è un elemento essenziale per il corpo umano all’interno del gruppo di minerali. Il Ferro, stimola l’immunità e la resistenza, quindi aiuta ad alleviare l’anemia. Tra l’altro la crema di lucuma è utilizzata con grande successo contro tutti i tipi di malattie della pelle, in particolare contro l’herpes e verruche … e le sue foglie sono utilizzate come coloranti naturali per le tinture dei tessuti. La Lucuma può contribuire anche a ridurre i sintomi di stanchezza.

Inoltre si tratta di un dolcificante a basso indice glicemico, è sicuro per le persone con il diabete in quanto ha un basso contenuto di zucchero, quindi è anche ottimo come integratore all’alimentazione dei neonati. Contiene anche minerali, quali il calcio e fosforo ed è di aiuto per la salute delle ossa, e per la corretta funzione per il cuore, cervello, reni e sangue.
A causa del suo potenziale nel campo della gastronomia e il suo valore nutrizionale e medicinale, la farina di lucuma attualmente viene esportato in vari paesi del Unione europea. La Lucuma polvere ha una fragranza unica e distintiva, un sapore dolce con un leggero sentore di acero.

Ecco come utilizzare questo frutto:
-si può utilizzare la Lucuma in polvere al posto di dolcificanti come agave, datteri o zucchero, la polvere di Lucuma ha una dolcezza più lieve rispetto ai dolcificanti sopra elencati.
-la Lucuma in polvere è davvero versatile e gustosa nella cucina di tutti i giorni, si presta bene a dolcificare i gelati, alimenti per l’infanzia, yogurt, torte, biscotti, frullati, barrette di cioccolato e dolci di tutti i tipi, budini, e i vari latti vegetali.

Ecco come farne una bevanda gustosa, detta latte di lucuma;
Ingredienti per 2 bicchieri:
1 banana
latte di cocco 200ml
20g lucuma polvere
Mescolare tutti gli ingredienti in un frullatore e bere!

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie