Ibridi uomo-animale: indifferenza di media e istituzioni

Forse avrete sentito parlare in racconti di fantascienza o avrete visto in qualche film fantasioisi ibridi tra esseri umani e animali. Ma non si tratta più di fantascienza ormai, bensì di una realtà, una catastrofica relatà dei nostri giorni taciuta da media e istituzioni.

Sono molti gli scienziati che, in diversi paesi, stanno creando fantasiosi ibridi tra esseri umani e animali, e soltanto negli ultimi 10 anni il progresso nel campo dell’ingegneria genetica ha sbalordito gli scienziati e i semplici osservatori. Inorridisco all’idea di trovarmi davanti un mostruoso ibrido, che potrebbe seminare il panico nella società tutta.

Ma perchè stanno facnedo questo? Quali leggi che regolano questo tipo di ricerca? Le leggi non fanno in tempo a seguire i giochi degli scienziati. Tuttavia sembra che si stia aspettano soltanto il momento opportuno per svelare al mondo la nuova scoperta e quindi la nuova creatura cioè urlare almondo ciò che fino a poco tempo fa sembrava una pura fantasia.

C’è da dire che queste nuove forme di vita non sono illegali, ma allo stesso tempo possono rappresentare un pericolo per la società. E’ impossibile prevedere ciò che accadrà se cominceranno a moltiplicarsi (del resto Jurassik Park docet).

Un esempio? Gli scienziati hanno creato topi con cromosoma umano artificiale. Ciò è considerato come uno sfondamento che potrebbe portare a nuove forme di cura di una serie di malattie. Secondo Lifenews.com, gli scienziati dell’ University of Wisconsin hanno raggiunto grande successo nel trapianto delle cellule del feto umano nel cervello dei topi. Le cellule sono cresciute rendendo i topi più intelligenti con il passare del tempo. Questi topi possono uscire dal labirinto e imparare segnali convenzionali più presto rispetto a prima del trapianto.

Citando il giornalista Antonio Lubrano, la domanda nasce spontanea: la pratica del trapianto dei tessuti umani agli animali porta più vantaggi che rischi? Già oggi è evidente che la crescita dei tessuti umani all’interno degli animali non è più fantascienza, ma una pura realtà. Gli scienziati giapponesi hanno iniziato a utilizzare porcellini per far crescere organi umani, con una tempistica di circa un anno.

In base a quanto ripostato su Infowars.com, in questo caso lo scopo principale è di aumentare la quantità degli organi disponibili per scopi medici. Il governo giapponese però pone anche altri compiti: in questo momento sta preparando decreti che permettono di avviare le ricerche legate agli embrioni.

Thetruthwins.com fa notare che se un organo umano comincia a crescere all’interno di un porcellino, il porcellino non è più tale al 100 percento. L’organo umano dal canto suo, cresciuto all’interno di un porcellino, non può essere considerato organo umano al 100 percento. I destinatari di questi organi dovranno dare il loro consenso all’introduzione degli organi ibridi umani e animali all’interno del proprio corpo.

Le conseguenze della creazione degli ibridi può concretamente rappresentare un pericolo per la società sia ora sia nel futuro, ed il pericolo principale sta nell’impossibilità di prevedere le conseguenze della perdita di controllo su simili ibridi.

Ma ben più allarmante è che la maggioranza dei paesi non abbia le leggi che limitano la creazione di simili “creature” e ciò consente di produrle al di fuori di ogni controllo. Anzi, non è prevista alcuna punizione se la creatura viva danneggia la comunità.

E’ opinione comune che gli animali usati per la crescita degli organi umani al loro interno, rappresentano una delle vie che porterà alla distruzione della natura. Già nel 2011 il Daily Mail aveva pubblicato la notizia che scienziati britannici avevano creato più di 150 embrioni ibridi tra uomo e animale, ma la notizia non ha destato scalpore alcuno, nè ha interessato l’opinione pubblica.

Altri esempi sono stati citati dalla rivista Slate: capre che producono latte umano, la struttura anatomica anale umana introdotta nei topi e la creazione di sistema immunitario umano per gli animali. E sono solo alcuni dei progetti di cui si è venuti a conoscenza. Probabilmente ne esistono anche altri. La creazione di ibridi uomo-animale è possibile, ma è necessario capire molt obene se i vantaggi siano superiori ai rischi potenziali.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie