Il miele degli Elfi, il più costoso al mondo, viene dalla Turchia

E’stato così chiamato, Elvish, il miele degli Elfi, questo particolare miele, costosissimo, perchè estratto da una caverna profonda 1.800 metri in Turchia, nella valle di Saricayr. Un barattolo di questo preziosissimo miele viene venduto al prezzo di 5.000 euro al kg, e per il costo di un barattolo potete tranquillamente comprarvi un’auto usata. Soprattutto considerato che questo particolare miele ha toccato prezzi ben più alti.

Proprio perchè è estratto da una caverna profonda e per la ricchezza di minerali del luogo che lo arricchisce, questo miele ha un costo tanto elevato.
La storia del miele è iniziata nel 2009, quando l’apicoltore Gunay Gunduz ha notato delle api entrare e uscire dalla caverna. Incuriosito, ha deciso di esplorarla.

“Con l’aiuto di scalatori professionisti, siamo entrati nelle viscere della caverna, ed abbiamo trovato 18 kg di miele sui muri. Lo abbiamo fatto analizzare, ed abbiamo scoperto che era miele invecchiato sette anni, di ottima qualità e ricco di minerali”, racconta Gunduz, che aggiunge che questo miele può essere secondo lui usato anche come medicinale.

Il primo chilo di miele è stato venduto all’asta per ben 45.000 euro, ad un acquirente sconosciuto. Un anno dopo, un farmacista cinese ha acquistato un altro chilo per 28.800 euro. Ora la quotazione è intorno ai 5.000 euro al chilo, per i barattoli che contengono normalmente 170 o 250 grammi.

Secondo Gunay Gunduz, il miele Elvish può essere utilizzato sia come alimento che come un vero e proprio farmaco. Il miele viene prodotto in modo completamente naturale e senza alveari. L’area di produzione è ricca di piante spontanee e medicinali, una caratteristica che fa salire il suo prezzo. In genere il miele turco viene considerato il migliore del mondo, ma gli apicoltori lamentano la diffusione di miele artificiale, a svantaggio del buon miele naturale prodotto in Turchia (senza tenere conto del miele Elvish), che non può avere un prezzo inferiore ai 15 euro.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie