Olio di enotera, efficacia a tutto tondo per la salute femminile

L’Enotera (Oenothera biennis) si estrae dai semi di un fiore, conosciuto anche con il nome di primula, originaria del nord America e Inghilterra. Ne sono usati due tipi: Oenothera biennis e Oenothera lamarkiana. Questa pianta e i suoi semi sono stati usati dagli indiani d’America per secoli. La usavano infusa in acqua calda per curare ferite, problema cutanei e altri disturbi.
Ecco la sua preziosa composizione:
Acidi oleici: linoleico, alfa-linoleico, beta-linoleico, gamma-linolenico, Stearico, aspartico, glutaminico, palmítico (semi) cafeico, elagico, pcumarico.
Amminoacidi: Arginina, cistina, fenilalanina, glicina, istidina, isoleucina, leucina, lisina, prolina, lisina,treonina, tirosina e valina
Vitamine: acido ascorbico (vitamina C), fibra, minerali: potassio, magnesio, manganese, ammoniaca, rame, il boro, ferro, cinc calcio, fosforo.

L’olio che se ne ricava, è molto abbondante in acidi grassi essenziali polinsaturati: acido linoleico (70%) e acido gamma-linolenico (10%), entrambi della serie di acidi Omega 6, importanti precursori di diversi mediatori cellulari indispensabili per il corretto funzionamento e la stabilitá delle membrane delle cellule del nostro organismo, lo sviluppo del sistema nervoso, ormonale e nella regolazione dei processi di coagulazione.

Questo prezioso olio è una panacea per molti disturbi femminili e molti medici aperti al naturale curativo lo prescrivono. Ecco le sue proprietà:

-Regola la secrezione lacrimale e salivare
-Aiuta al normale funzionamento del nostro sistema di difesa o immunologico
-Controlla la normale produzione di grassa nella pelle
-Ha azioni simili all’insulina e aumenta gli effetti di questa
-Impedisce la formazione di sostanze infiammatorie
-Colpisce la conduzione degli impulsi nervosi, regola la liberazione e azione dei neurotrasmissori (messaggeri del sistema nervoso)
-Inibisce la formazione di coaguli o trombi
-Ha una azione vasodilatatrice, per cui risulta utile in problema cardiovascolari
-Regola gli effetti degli ormoni femminili nel ciclo mestruale

Uso interno
E’ comprovato che questo olio è ottimo per molti disturbi legati al ciclo femminile. Sappiamo infatti che circa l’80% delle donne soffre di sindrome premestruale.

Sindrome premestruale (SPM): l’acido gamma-linolenico contribuisce alla fabbricazione di prostaglandina E1, una specie di ormone, che riduce i processi infiammatori. Questa proprietá risulta molto utile nel trattamento dei sintomi negativi del SPM. Non è una malattia in se stessa, peró puó alterare gravemente la qualitá della vita di chi la soffre. Tensione mammaria, gonfiore, irritabilitá o ritenzione di liquidi sono alcuni dei suoi sintomi. Secondo uno studio è il trattamento preferito per i ginecologi per alleviare i sintomi della síndrome premestruale.

La sindrome premestruale è l’insieme dei sintomi fisici e psichici che appaiono nella seconda fase del ciclo mestruale, dall’ovulazione fino alla comparsa della mestruazione (tra 7 e 14 giorni prima). Questi sintomi sono piú frequenti tra i giovani, ed aumentano conformememnte all’avvicinarsi del periodo mestruale raggiungendo la loro massima intensitá tra il giorno anteriore e il giorno d’inizio della mestruazione e, anche se, come puntualizza il ginecologo Miquel Prats, specializzato in patalogia mammaria, questa síndrome non è una malattia in se stessa, “quando inficia la qualitá di vita della donna, come succede in molti casi, bisogna trattarlo”.

L’80% delle donne soffre di uno o vari di questi sintomi: tensione mammaria, gonfiore, ritenzione di liquidi, dolore addominale, mal di testa, depressione o irritabilitá, che nel 10% dei casi possono arrivare a essere disabilitanti e nel 63% influenza il contorno familiare, secondo i risultati di uno studio Arkopharma su questo tema, al quale hanno partecipato farmaceutici, ginecologi e senologi di Madrid, Barcelona, Valencia, Bilbao e Siviglia. L’uso di questo olio costituisce un’ottima alternativa priva controindicazioni all’uso di inibitori di prostaglandina e ormoni.

Infertilitá: l’utilizzazione dell’olio di enotera puó essere utile per soluzionare certi problema di infertilitá relazionati con problema ormonali della donna.

Cisti ovariche: il suo uso puó risultare effettivo nella riduzione delle cisti ovariche.

Endometriosi: questa infiammazione del tessuto dell’utero è responsabile dell’endometriosi che produce, tra altri sintomi, l’eccessivo sanguinamento durante la mestruazione.

Noduli al seno: l’olio di questa pianta, abbondante in acidi grassi omega-6, sembra ridurre le infiammazioni dei seni, evitando o riducendo la formazione di noduli benigni nei seni (mastopatia fibrochistica)

Impotenza: l’uso di questo supplemento, per la sua capacitá per migliorare la circolazione, puó essere utilizzato in caso di impotenza relazionata con una mancanza di irrigazione sanguínea nel pene.

Obesitá: Aiuta a perderé peso.

Caduta dei capelli e salute delle unghie: L’uso di questo supplemento, per la sua capacitá per migliorare la circolazione, puó essere utilizzato in caso di caduta del capello relazionata con una mancanza di irrigazione sanguínea nel follicolo pilífero.

Sclerosi multipla: Agisce stimolando i linfociti T (cellule del nostro sistema di difesa), detiene l’aggregazione di piastrine (la formazione di coaguli), rinforza i vasi sanguigni, regola e normalizza le conduzioni nervose.

Artrite reumatoide: Queste proprietá antinfiammatorie risultano molto utili per il trattamento dell’artrite reumatoide. L’uso di questo supplemento in maniera abituale per un periodo di 6 mesi aiuta a migliorare la malattia, lenendo i dolori nelle articolazioni e dando una maggior flessibilitá alle stesse. Studi realizzati negli Stati Uniti applicarono dosi di 2,5 g di AGL al giorno durante un periodo di 6 mesi. In questo studio si è dimostrato che i pazienti presentavano meno dolore e che le articolazioni si trovavano meno infiammate. (Le dosi abituali che è normale prendere in questo caso sono di circa 350 mg al giorno di AGL, ripartite in due o tre volte con i pasti).

Malattie cardiache, vascolari e ipertensione: contribuisce a ridurre i livelli di colesterolo, impedisce la formazione di coaguli e riduce la ipertensione per la sua azione vaso dilatatrice. Previene anche la formazione di trombi e per cui, contribuisce a un minor pericolo di trombosi.

Diabete: l’uso di questo olio è risultato utile come appoggio nel trattamento del diabete. Da un lato questo olio aiuta a mantenere stabili i livelli di insulina, dall’altro, previene gli effetti secondari che questa malattia ha sul sistema nervoso di alcuni pazienti, tra i quali si trova una sensazione generale di formicolio o intorpidimento degli arti.

Apparato digestivo: l’enotera protegge le mucose digestive per cui risulta un buon alleato per proteggere lo stomaco. Sembra anche che eserciti una funzione positiva alleviando gli effetti negativi della sindrome d’astinenza dell’alcolismo. D’altra parte è comprovato che il suo uso protegge il fegato contro gli effetti negativi dell’alcool. Ugualmente si è visto che puó essere utile nel trattamento di malattie infiammatorie digestive, come la malattia di Crohn o la colite ulcerosa per la sua capacitá d’inibire le prostaglandine responsabili dei processi infiammatori.

Allergie: Il suo uso previene la comparsa di allergie respiratorie e riduce i suoi sintomi negativi, come gli starnuti, lacrimazione, etc.

Regolatore dell’eccesso di lacrime o saliva: Si è comprovato che il suo uso risulta adeguato per controllare l’eccesso di produzione di saliva o di lacrime quando si utilizza in trattamenti da 2 a 4 mesi.

Problemi neurali: tenendo conto della importanza dell’Omega-6 nel buon funzionamento dei neuroni e delle trasmissioni chimiche, cosí come le sue proprietá antinfiammatorie, va osservata l’importanza di questo tipo di olio nella prevenzione o trattamento di malattie come l’alzheimer, la depressione o la sclerosi multiple.

Uso esterno
Psoriasi: per il suo effetto anti-infiammatorio nella circolazione a livello della pelle, applicato sulla lesione provocata dalla psoriasi diminuisce il bruciore e il prurito.

Eczema: in uso esterno, l’Olio di Enotera si utilizza per il trattamento degli eczemi, specialmente l’eczema atópico, una malattia di carattere cronico relazionata con problema di allergia che attacca la pelle. La sua applicazione durante 3 o 4 mesi risulta molto positiva per ridurre il prurito, la secchezza e impedire che la pelle si squami con tanta facilitá. Risulta un trattamento alternativo all’uso di corticoidi o immunomodulatori topici.

Acne: la sua applicazione riduce i brufoli, i grani e le infiammazioni in generale dell’acne. Questa proprietá si produce per la capacitá di quest’ olio di sciogliere l’accomulo di grassi nei pori della pelle, impedendo che questi si blocchino e appaiano i brufoli che caratterizzano l’acne.

Pelle secca: la capacitá dell’Omega-6 di trattenere l’umiditá nella pelle risulta molto adeguata nel trattamento delle pelli secche.

Tensioni e strappi muscolari: per le sue proprietá antiinfiammatorie, strofinare i muscoli stirati o strappati con olio di enotera aiuta a ridurre il dolore. (Svuotare il contenuto di una capsula nelle punte delle dita per massaggiare la zona affettata).

Dosi
Adulti (18 anni e maggiori): studi nel trattamento dell’eczema o della dermatite atópica riportarono l’utilizzazione di dosi da 4 a 8 grammi d’olio di enotera giornalmente, per via orale, diviso in varie dosi piú piccole durante tutto il giorno. Studi sul dolore al seno riportarono l’utilizzazione di dosi da 3 grammi al giorno per via orale, prendendo dosi piú piccole durante tutto il giorno.

Bambini (minori di 18 anni): nei bambini trattati per problemi cutanei riportano l’uso da 3 grammi dell’olio di enotera al giorno, per via orale, prendendo dosi piú piccole durante tutto il giorno. Si è riportato che la dose massima non deve eccedere 0,5 grammi per kilogrammo di peso corporeo al giorno.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie