Puliamo il mondo: domani oltre 300mila studenti ripuliranno strade, piazze e aree verdi dai rifiuti abbandonati

Torna l’appuntamento con la più famosa iniziativa di volontariato ambientale organizzata in Italia da Legambiente. Domani oltre 300mila studenti apriranno la prima giornata di Puliamo il Mondo e ripuliranno strade, piazze e aree verdi dai rifiuti abbandonati.

Tre giorni davvero speciali ( 26, 27 e 28 settembre) che vedranno grandi e piccini uniti per “riconquistare” e prendersi cura della propria città, ripulendo strade, piazze ed aree verdi dai rifiuti. Come ogni anno la prima giornata dell’edizione italiana di Clean Up The World, sarà dedicata alla sensibilizzazione dei ragazzi sul tema della tutela del territorio. Per l’occasione saranno organizzate giornate di pulizia in aree degradate, ma anche incontri e lezioni di educazione ambientale e si rifletterà sul tema dello spreco alimentare.

Anche per questa edizione 2014 saranno tante le iniziative in programma nella Penisola ed organizzate in tante città italiane come Milano, Torino, Venezia, Viareggio, Roma e Potenza pronte a raccogliere il messaggio di Puliamo il mondo 2014: i rifiuti sono un’opportunità nazionale e non una vergogna del Paese come dimostrano i tanti comuni virtuosi italiani che hanno avviare una decisa rivoluzione basata sulla raccolta differenziata, sugli impianti di riciclaggio, sui centri del riuso, sulle buone pratiche di prevenzione e sulle performance ambientali di molti comuni che diventano modelli da seguire. Le tre città simbolo di Puliamo il mondo saranno quest’anno: Milano, che ospiterà l’Expo2015 e unica grande città italiana che supera la soglia del 50% di raccolta differenziata, Roma e Napoli, dove invece la questione rifiuti è più complessa e dove ci sono diverse emergenze da affrontare.

Rossella Muroni, direttrice generale di Legambiente – spiega “Ognuno di noi, nel suo piccolo può diventare il protagonista della bellezza del Paese e il custode di un territorio meraviglioso, che deve essere tutelato e valorizzato attraverso azioni concrete a favore dell’ambiente per dire basta al degrado e all’incuria. Puliamo il mondo va proprio in questa direzione e da ventidue anni coinvolge con lo stesso entusiasmo e la stessa determinazione cittadini di tutte le età ed amministrazioni, diffondendo l’importanza di comportamenti virtuosi ed ecosostenibili. Anche quest’anno la grande adesione delle scuole, importanti presidi territoriali, dimostra come tra le giovani generazioni cresca l’attenzione ai problemi ambientali e la voglia di fare un’esperienza di volontariato ambientale e di cittadinanza attiva. Attraverso il volontariato ambientale e i percorsi di educazione alla cittadinanza vogliamo contribuire a diffondere una nuova consapevolezza di impegno civico, responsabilità e tutela ambientale”.

Domani 26 settembre a Novara saranno circa 1600 i bambini, appartenenti a più di venti istituti scolastici, ad essere impegnati in attività di pulizia dei cortili delle scuole e dei parchi cittadini. In provincia di Cuneo, a Camerana e Cortemilia, oltre duecento bambini parteciperanno ad una giornata educativa all’interno di Puliamo il Bormida, un progetto che vede la collaborazione di alcuni comuni sulle sponde del Fiume Bormida, della Regione Piemonte e di Legambiente Braidese.

Venerdì il comune di Empoli (FI) con circa 285 ragazzi delle scuole pulirà alcune aree della città tra le quali il parco di Corniola, la zona dei giardini fra via Lorenzoni e via Caduti di Cefalonia; mentre sabato a Rosignano Marittimo (LI) gli alunni delle scuole primarie “Europa” ed “E. Solvay”, insieme all’amministrazione comunale e i volontari ripuliranno la pineta e la spiaggia di Rosignano Solvay. In provincia di Modena i bambini della scuola d’infanzia di Carpi puliranno il giardino dell’istituto, ci sarà poi l’inaugurazione di un piccolo spazio verde che i volontari useranno per iniziare un percorso di educazione ambientale legato ad orti, fiori e piante. A La Spezia i volontari e gli studenti muniti di guanti e rastrelli si incontreranno presso il Parco dei Pesci nel quartiere di Bragarina.

Nel Lazio, appuntamento a Roma con la scuola in via Padre Semeria che pulirà la circonvallazione ostiense. A Città di Castello (PG) Puliamo il mondo sarà con la scuola dell’infanzia di Badia Petroia. Ed ancora in Puglia, venerdì e sabato volontari e studenti ripuliranno a Foggia il Parco Regionale Bosco Incoronata e nel corso della giornata si terranno diverse attività didattiche.

A Jesi (AN) Puliamo il mondo sarà all’insegna della lotta agli sprechi alimentari: i bambini delle scuole elementari e medie di tre istituti comprensivi puliranno i giardini vicini. Invece martedì 30 si muniranno della “Good Food Bag” di Legambiente per deporvi gli avanzi della mensa (pane, frutta e dolce) per conservarli per merenda o la sera a cena. Sabato 27 settembre a Rodi Garganico (FG) presso la spiaggia di Ponente i volontari con l’aiuto dei ragazzi delle classi dell’Istituto Tecnico “M. del Giudice”, e i loro docenti ripuliranno l’arenile dal materiale spiaggiato durante la disastrosa alluvione che ha colpito i primi di settembre il Gargano. A Siracusa, in collaborazione con la Circoscrizione di Acradina, gli studenti insieme ai volontari ripuliranno venerdì un’area che vicino al mercato. Invece a Battipaglia (SA) i volontari libereranno dai rifiuti abbandonati la zona dell’ex zuccherificio insieme ai ragazzi africani e agli operatori dell’associazione Ujamaa; in contemporanea con gli studenti della scuola media A. Gatto verrà organizzato un intervento di pulizia presso i giardini di Piazza A. Moro.

Quest’anno oltre a Ecodom che ha donato 77 kit misti con materiale didattico e strumenti necessari per la pulizia a 3850 studenti in tutta Italia, c’è anche Snam che ha donato 33 kit misti (1650 studenti) e una decina di nuove aziende che nel loro piccolo si sono fatte carico di acquistare e donare pacchi per le scuole. Una piacevole novità, segno di una crescita della responsabilità sociale e territoriale accresciuta nel mondo del lavoro.

Le altre iniziative di Puliamo il mondo 2014 – In questo  week-end di volontariato ambientale appuntamento venerdì 26 settembre a Siena dove i volontari saranno nella zona delle Valli di Follonica, il cuore green della città del Palio. A Massa Carrara, grazie alla collaborazione della Casa Circondariale di Massa, dieci detenuti insieme ai cittadini e studenti ripuliranno il parco del quartiere di Castagnara. Sabato 27 settembre appuntamento a Paestum per ripulire Porta Marina dalle erbacce. A Potenza appuntamento nel centro della città per dar il via ai lavori in un’area data in gestione a Legambiente e realizzare orti urbani da destinare ai cittadini. A Valsusa e in Valle Sangone, prima importante tappa del percorso condiviso tra Legambiente Piemonte e Valle d’Aosta e i comuni delle due valli per attuare buone pratiche relative alle gestione dei rifiuti. A Venezia, all’isola della Certosa, sarà organizzato un festival eco-culturale e non mancheranno le attività di pulizia dell’area.

In Abruzzo, a Chieti, sarà liberata dai rifiuti l’area archeologica e nelle attività di pulizia saranno coinvolti anche gli studenti delle scuole elementari. Sarà inoltre avviato un percorso di sensibilizzazione sul tema dello spreco alimentare. A Scampia nei tre giorni di Puliamo il mondo volontari, studenti e associazioni saranno impegnati nella pulizia di aree verdi e strade. Domenica 28 settembre appuntamento invece a Milano, nel tratto iniziale di Corso Buenos Aires, chiuso al traffico e con gazebo, laboratori di orti urbani, cucina sostenibile, modelli di sostenibilità, iniziative anti-spreco alimentare in occasione dell’expo. Ci saranno inoltre i personaggi del film d’animazione Rio2 Missione Amazzonia. Nel capoluogo lombardo sarà presente Rossella Muroni, direttrice generale di Legambiente.

A Roma, Puliamo il mondo sarà invece nella Riserva Naturale dell’Insugherata, ingresso via Castagnola, dove verrà ripulita l’area. Tra i presenti Roberto Scacchi, presidente di Legambiente Lazio. A Napoli, precisamente a Bagnoli, dove ci saranno Vittorio Cogliati Dezza, presidente nazionale di Legambiente e Michele Buonomo, presidente di Legambiente Campania, verrà ripulita l’area circostante e si parlerà di raccolta differenziata. Tra gli altri eventi  in programma domenica: a Viareggio (LU) Puliamo il mondo scenderà in campo per difendere gli uccelli dai rifiuti abbandonati dai pescatori e raccogliere le lenze e gli ami abbandonati lungo le rive. A Bari appuntamento presso l’area archeologica di Torre a Mare, luogo simbolo per il recupero e la riqualificazione di tutto il tratto di costa. Invece a Ostuni Puliamo il mondo sarà al Parco delle Dune Costiere, nella zona compresa tra il Pilone e Rosa Marina.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie