Aceto di mele, un aiuto per dimagrire

L’aceto di sidro di mele si ottiene dalla fermentazione del sidro, di colore giallo intenso e dal sapore più delicato rispetto all’aceto di vino. Rispetto all’aceto di vino è più digeribile ed un’ottima fonte di vitamine e sali minerali. E’ tanto usato in cucina quanto nelle cure naturali, lo steso Ippocrate l ocnsigliava come tonico e come coadiuvante della digestione. La conferma della sua efficacia in campo terapeutico avvenne nel lontano 1958 da parte di DC Jarvis che lo scrisse nero su bianco in un libro: “Guida per la buona salute di un medico del Vermont”.

Jarvis nel suo libro lo consigliava addirittura come una panacea per guarire ogni genere di malattia perchè ricco di potassio. Sottolineava che mescolando l’aceto di sidro di mele con il miele, si aumentava il potere di guarigione dell’aceto. Inoltre secondo lui, l’aceto di sidro di mele era anche in grado di distruggere i batteri nocivi nel tratto digestivo, così da renderlo un efficace digestivo da consumare durante o dopo i pasti.

Sono stati però gli anni ’70 il periodo in cui l’aceto di mele è stato studiato a fondo soprattutto in sinergia con altre sostanze come alghe, vitamina B6 e lecitina e ne è stata attestata una certa efficacia nella perdita di peso. Come detto, esso contiene una grande quantità di potassio e quindi siconferma come un potente alleato del cuore e dei vasi sanguigni grazie alla pectina che li protegge e li rinforza. E’ ottimo per l’intestino perché elimina le tossine. Ne è consigliata l’assunzione, quindi, in caso di gonfiori dovuti ad una cattiva digestione.

Oltre al potassio questo aceto contiene anche molto calcio che agisce rafforzando il cuore ed aumenta le difese immunitarie. Sono consigliate infatti cure a base di aceto di mele da somministrare ad adulti e bambini in particolare in primavera. E’ sufficiente assumere per circa due mesi una miscela di aceto, miele e acqua al mattino appena svegli e alla sera prima di coricarsi e l’organismo si sentirà immediatamente rinforzato. Questa cura oltre a prevenire i mali stagionali e a dare tono e vivacità in caso di stanchezza dovuta alle allergie primaverili, ha un potere stimolante anche nei confronti di un metabolismo pigro.

È in questo senso che si può affermare che l’aceto di mele aiuta a perdere peso. In questo senso ovviamente il consumo di aceto di mele non può essere considerato da solo il rimedio per la perdita di peso, ma deve essere coadiuvato da molta attività fisica e da una dieta ipocalorica seguita con metodo e determinazione. Può comunque essere utile assumere l’aceto al mattino a digiuno diluito in un bicchiere di acqua tiepido.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie