Allergie alimentari: sos etichetta, in Italia ne soffrono 2,5 milioni di persone

Allergie alimentari, sono oltre 2,5 milioni gli italiani interessati alle nuove norme europee sull’etichettatura degli alimenti. A soffrirne principalmente sono i bambini, con il 6% degli interessati, contro il 4% degli adulti.

E’ quanto stima la Coldiretti nel commentare l’entrata in vigore il 13 dicembre del regolamento comunitario sulle informazioni alimentari ai consumatori che introduce l’obbligo di indicare informazioni nutrizionali fondamentali e di impatto sulla salute, impone l’evidenziazione della presenza di allergeni, prevede il divieto di indicazioni forvianti e una dimensione minima delle etichette per  renderle piu’ facilmente leggibili.
Il nuovo regolamento – dichiara la Coldiretti – prevede modalità diverse di indicazione delle sostanze allergeniche – che saranno evidenziate nella lista degli ingredienti  per consentire al consumatore di individuarle più facilmente nei prodotti alimentari. Le nuove regole stabiliscono inoltre – precisa la Coldiretti – che le informazioni sugli allergeni dovranno essere fornite anche per i cibi non imballati, ad esempio quelli venduti nei ristoranti o nelle mense.

Con il nuovo regolamento anche il contenuto energetico e le percentuali di grassi, grassi saturi, carboidrati, zuccheri, proteine e sale, dovranno essere indicate – conclude la Coldiretti – sull’imballaggio in una tabella comprensibile, insieme e nel medesimo campo visivo. Tutte le informazioni dovranno essere espresse per 100g o per 100ml e potranno, inoltre, essere espresse anche in porzioni.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie