Alzheimer: Caffè riduce del 20% il rischio di Alzheimer, da 3 a 5 tazzine al giorno

Bere con regolarità caffè, e in abbondanza ( da 3 a 5 tazzine), potrebbe ridurre del 20 per cento il rischio di sviluppare l’Alzheimer. A rivelarlo un rapporto dell’Institute for Scientific Information on Coffee, finanziato da importanti aziende europee che producono caffe’. I risultati sono stati presentati in occasione dell’annuale Congresso europeo sull’Alzheimer a Glasgow.

Secondo i ricercatori, i polifenoli contenuti nel caffe’ sarebbero in grado di proteggere l’organismo da questa malattia neurodegenerativa. La caffeina, aggiungono gli studiosi, aiuterebbe a prevenire la formazione delle placche amiloidi nel cervello che sono responsabili dello sviluppo dell’Alzheimer.

Tuttavia, i risultati dello studio non hanno convinto tutta la comunita’ scientifica. Molti ritengono ancora che le evidenze a disposizione sul legame tra caffe’ e basso rischio di Alzheimer siano ancora poche. “Anche se alcuni studi hanno suggerito un possibile legame tra consumo di caffe’ e rischio piu’ basso di demenza – ha detto Simon Ridley dell’Alzheimer’s Research UK – al momento non ci sono prove sufficienti per poter trarre conclusioni definitive circa i suoi effetti. Molti studi che hanno indagato questi collegamenti sono studi osservazionali, che non sono in grado di dirci definitivamente se il caffe’ puo’ prevenire o ridurre il rischio di Alzheimer”

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie