Botulino: arriva la formulazione in gel da applicare direttamente sulla cute

Chi fino ad ora ha coltivato il sogno di fare delle sedute per irempire le rughe con le iniezioni al botulino, può attendere. Sta per arrivare un nuovo botulino in gel che potrà essre applicato sulla cute senza dover ricorrere alle punturine. UNa vera e propria rivoluzione nei trattamenti estetici. Potrebbe arrivare fra circa un anno e mezzo, e gli ambiti di applicazione saranno principalmente due: per la correzione delle zampe di gallina e per contrastare la sudorazione eccessiva, che, ad oggi richiede dalle 30 alle 50 iniezioni.

E’ stato Massimo Signorini, presidente Aiteb (Associazione Italiana Terapia Estetica Botulino): “Sono in fase di sviluppo nuove formulazioni di tossina botulinica, che in futuro sarà disponibile in forma liquida, pronta all’uso, e in formulazione per uso topico, da applicarsi direttamente sulla cute evitando l’uso degli aghi, quest’ultima formulazione troverà impiego prevalentemente per le zampe di gallina, una zona in cui tra la pelle e il muscolo non c’è l’ostacolo del grasso, e per le iperidrosi, cioè le sudorazioni eccessive. Si tratta di un prodotto americano che e’ in fase di approvazione presso l’Fda (Food and Drug Administration) l’iter e’ già in fase avanzata”. E sottolinea: “Anche la tossina botulinica già pronta all’uso, sotto forma di fiale, sarà un’importante novità, metterà al riparo il paziente da eventuali errori di diluizione e sara’ un vantaggio per i medici meno esperti. C’è poi un altro importante fattore da considerare: il medico attualmente diluisce la tossina botulinica liofilizzata e deve poi utilizzarla in tempi molto brevi, mentre il prodotto liquido pronto all’uso ha una durata di un anno o due anni”.

Intanto, per chi non può fare a meno dei ritocchini al viso, il nuovo must e’ dato da una sinergia sempre più stretta tra filler e botulino. “Prima questi trattamenti dovevano essere fatti a distanza di almeno 15 giorni uno dall’altro, mentre ora si possono unificare nella stessa seduta. Prima il filler, che riempie solchi, rughe e volumi ‘svuotati’ poi, lasciando riposare per un po’, si può passare al botulino, che corregge le rughe rilassando i muscoli e dona un’espressione più serena al viso” spiega Marina Rizzo, specialista in odontoiatria, ortodontista e medico estetico a Roma.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie