Cambiamenti climatici: gas serra a livelli record, raggiunti i più alti livelli “in 800mila anni”

Le emissioni di gas serra hanno raggiunto un livello record. A lanciare l”allarme è l’Ipcc, il gruppo intergovernativo di esperti sul clima dell’Onu: “resta poco tempo per riuscire a mantenere l’aumento della temperatura entro i due gradi centigradi” e pertanto “serve a livello mondiale ridurre le emissioni dal 40% al 70% tra il 2010 e il 2050” e “scendere a zero entro 2100”.

Le concentrazioni di gas serra nell’atmosfera hanno raggiunto i più alti livelli “in 800mila anni”,la temperatura media della superficie della Terra e degli Oceani ha acquistato 0,85 C tra il 1880 e il 2012, hanno aggiunto gli esperti del Gruppo riuniti a Copenaghen. Il presidente dell’Ipcc, Rajendra Kumar Pachauri – ha dichiarato – “Se non controlleremo queste incidenze, i cambiamenti climatici aumenteranno il rischio di conseguenze gravi, generalizzate e irreversibili per gli esseri umani e gli ecosistemi”.

“Il rapporto dell’Ipcc sul gas serra è una chiamata alla responsabilità per il mondo – ha commentato su Twitter il ministro dell’Ambiente, Gian Luca Galletti – L’Europa guida verso Lima e Parigi 2015 ma ora serve presa di coscienza globale”. “Ora tocca ai governi: devono usare questo ampio mandato, reperire e usare in modo corretto ed efficace i miliardi necessari per questa fase di transizione, e mettersi d’accordo sulla via da seguire per un accordo globale sul clima – sottolinea in una nota Mariagrazia Midulla, la responsabile Clima ed Energia del Wwf Italia – Tra un mese, a Lima, si riunisce la Conferenza delle Parti Onu sul Clima: vogliamo che si esca dai riti e dai tatticismi e si cambi davvero passo. Ne va della stessa credibilità dei leader del mondo”. Il rapporto dell’Ipcc, sottolinea Midulla, “ci dice che noi siamo la causa e che la nostra dipendenza dai combustibili fossili è di gran lunga la principale fonte di inquinamento che sta cambiando il nostro clima”.

Ban Ki-moon “L’azione contro il cambiamento climatico può contribuire alla prosperità economica, ad un migliore stato di salute e a città più vivibili”: lo ha detto il segretario generale dell’Onu, Ban Ki-moon, dopo la pubblicazione a Copenaghen del nuovo rapporto Ippc sui cambiamenti climatici. “Questa è la valutazione più completa mai fatta. Dobbiamo agire ora per ridurre le emissioni di CO2 ed evitare un peggioramento del clima, che si riscalda a una velocità senza precedenti”, ha aggiunto.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie