Cambogia: trovati animali affogati in liquore di riso spacciato come elisir medicinale

Sono orrori che non dovrebbero esistere, eppure si consumano e spesso all’insaputa di tutti, fino a quando emergono alla luce del sole in tutta la loro raccapricciante spaventevolezza. E’ accaduto in Cambogia, nel quartiere Prampi Makara di Phnom Penh, dove, grazie al personale dell’Organizzazione non governativa Wildlife Alliance, sono stati scoperti animali affogati nel liquore di riso. Un abominio perpetrato nei confronti di specie rare e in via di estinzione: lori lenti e cobra. Non sono mancati anche parti di animali, tra cui pezzi di cervo ed orso.

Il liquore ottenuto, veniva pubblicizzato come un elisir medicinale. Il costo medio di una bottiglia sarebbe stato di ottanta dollari. In base a quanto è stato scoperto gli animali sarebbero stati inseriti ancora in vita nei recipienti contenenti il vino di riso. A riprova di ciò l’ONG attiva nel sud est asitico e con sede negli Stati Uniti, avrebbe riferito di un cobra trovato con la bocca cucita. Dimostrazione, quest’ultima, che l’animale è stato immerso vivo e con la bocca cucita al fine di evitare pericolosi morsi mentre veniva manipolato.

Il proprietario del negozio si sarebbe difeso dichiarando di non essere a conoscenza del divieto di legge. Per lui una multa di 2500 dollari. Per noi invece ancora un’amara riflessione su quanto l’uomo è capace in crudeltà e sevizie di ogni tipo.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie