Tempo di carciofi, come riciclare le foglie

Quando si puliscono i carciofi accumuliamo una gran quantità di foglie, che poi inevitabilmente buttiamo. Ora, il carciofo è altamente benefico ma lo sono anche le sue preziose foglie che noi buttiamo senza preoccuparci più di tanto. Vediamo invece come riciclarle.

1)Tisana purificante di foglie di carciofo:
Il carciofo è diuretico e depurativo, ricco di ferro, potassio, fosforo e calcio. Questa tisana di foglie è appropriata per l’arteriosclerosi, l’artrite e la gotta; potrete anche usarla a scopo cosmetico e lavarvi il viso per un’azione purificante e tonificante. Bevete l’infuso di foglie di carciofo, invece, per abbassare il colesterolo nel sangue. L’infuso è anche un ottimo digestivo: aggiungete mezzo limone spremuto e bevete.

2) Consommé alle foglie di carciofo:
Lessate, per circa dieci minuti, in pentola a pressione le foglie di carciofo con due/tre dita d’acqua e mezzo spicchio d’aglio. Passarle, quindi, al passaverdura per estrarre tutta la polpa che poi metterete in una pentola: allungate la polpa con brodo vegetale e una patata lessa passata, fate sobbollire per circa 15 minuti e servite con una spolverata di prezzemolo e crostini di pane.

3) Crema di foglie di carciofo
Lavate le foglie esterne del carciofo e ponetele a stufare in padella con olio extravergine di oliva, aglio e acqua per non farle attaccare. Dopo circa 40 minuti, frullatele aggiungendo acqua di cottura dei cuori di carciofo se l’avete, oppure brodo vegetale, fino ad ottenere una crema densa. Aggiustate di pepe e sale. In questa cremina fate quindi saltare la pasta, meglio se integrale.

4) Flan di foglie esterne e gambi di carciofo
-Foglie esterne e i gambi di 5 carciofi
-1 uovo
-formaggio grattugiato
-mollica di pane secco, 1 pugno, bagnata nel latte
-burro
-sale e pepe

Preparazione:
Lavate bene le foglie esterne e i gambi. Cuoceteli in pentola a pressione con poca acqua per circa 20 minuti dal fischio. Scolate le foglie e i gambi. Tritate grossolanamente le foglie e i gambi, quindi passarli al passa-verdura. Otterrete una crema a cui unire l’uovo, il formaggio, il pane bagnato nel latte e strizzato, il sale e il pepe. Versare il composto in un’unica terrina, che disponete in una pirofila riempita d’acqua. Infornate a 180° per 30 minuti. In alternativa cuocere nel cestello della cottura a vapore in pentola a pressione per circa 20 minuti. Lasciare intiepidire e sformare sui piatti da portata. Servire con germogli freschi, rape rosse a julienne, valerianella fresca con anelli di cipolla crudi.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie