Clorofilla: un alleato del benessere

Il verde delle foglie mi fa pensare alla clorofilla, quella sostanza che capta l’energia e ha lo strordianrio compito di assorbire la luce necessaria alla fotosintesi clorofilliana, quel processo di sintesi appunto dei carboidrati che avviene a partire dall’acqua e dall’anadride carbonica.

Ma avete mai pensato a quali potrebbero essere gli effetti della clorofillasul nostro organismo? Proprio durante uno dei miei raid nella mia erboristria di fiducia, notai in bella vista fra le novità un flaconcino di clorofilla che punse la mia curiosità. Ora, la clorofilla noi la assimiliamo con l’alimentazione, se pensate alla verdura fresca, come l’insalata ad esempio, gli spinaci, i fagiolini, la rucola, contribuendo insieme a polifenoli e carotenoidi a conferire all’alimento virtù antiossidanti e protettive. È quindi un anti-age naturale e un’alleata nella lotta contro i radicali liberi.

Fra le sue proprietà quella di combattere varie forme di anemia, il miglioramento della contrazione cardiaca ed è in grado di aumentare la resistenza degli sportivi. Non per niente essa è anche definita “sangue vegetale” perchè la sua composizione chimica è quasi uguale a quella dell’emoglobina, tranne il fatto che la clorofilla contiene magnesio invece che ferro. Il magnesio, è ormai risaputo oltre ad essere un efficace anti-age (pensate agli oligoelementi), è utile per calmare la fame nervosa e migliorare e rinvigorire il sistema immunitario. La clorofilla viene consigliata infatti anche per la sua proprieà deodorante sia topica che interno. Infatti se consumata costantemente viene velocemente assimilata dal corpo e procede attivamente e ridurre i gli odori che si originano nel tratto digestivo.

La clorofilla, ma anche il suo derivato semisintetico, la clorofillina, vengono impiegate come ingredienti base in alcune preparazioni destinate a ridurre gli odori corporei, in particolare quello delle urine (in soggetti incontinenti) e delle feci (in pazienti che hanno subito colostomie o ileostomie). Quella estratta dalle piante, ha anche la funzione di colorante alimentare e farmaceutico. Un’altra delle sue virtù è il suo potere purificante e disintossicante perché aiuta il copro a liberarsi da scorie e tossine, regolarizza il livello degli ormoni e del pH. Se assunta con regolarità, aiuta anche a prevenire numerose patologie degenerative.

Abbiamo già detto che la clorofilla è presente in molte verdure che assumiamo attraverso l’alimentazione, ma la si può trovare anche sottoforma di capsule, pastiglie, gocce e integratori erboristici. Si può assumere per via orale, circa 20 gocce da 1 a 3 volte al giorno in un bicchiere d’acqua o di succo di frutta, possibilmente lontano dai pasti. In caso di gola o di tonsille infiammate, la clorofilla può essere utilizzata come cura sottoforma di gargarismi con gli stessi dosaggi della somministrazione orale 3 volte al giorno. In caso di sinusite e rinite si possono fare lavaggi nasali con 20 gocce in mezzo bicchiere d’acqua.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie