Creare vasi originali con materiali di riciclo

Prima di buttare gli oggetti che abbiamo in casa io invito sempre a pensare a cosa potremmo ricavarne. Se avete la passione di piante e fiori ma non avete un giardino in cui esprimere la vostra creatività, potete sbizzarrirvi nel creare dei vasi davvero originali. Per crearli si può utilizzare di tutto. Tazze sbeccate, piattini, stivali impermeabili, scarpe, le vecchie palle di vetro dove si tenevano i pesci rossi, e così via. Ad esempio un vecchio colapasta riverniciato con un sottile strato di carta filtrante; persino dei lego assemblati in modo da creare una scatola abbastanza grande da nascondere una tazza o una piantina dove inseriremo la pianta; o oaddirittura un ombrello rotto e dimenticato, capovolto, ricoperto con argilla espansa sul fondo e terriccio. Oppure con le bottiglie di plastica si possono creare dei bei giardini verticali se appese con delle corde oppure, se incise con un taglierino, possono contenere delle piantine, senza buttar via la parte superiore che servirà per prendere la terra.

Un altro modo strano forse ma davvero particolare è quello di utilizzare vecchi jeans, giacche, cappellini, vecchi copertoni, carrozzine, persino i tubi in pvc che hanno ispirato l’agricoltura idroponica di cui abbiamo parlato ieri. Le cassettiere vi daranno la possiblità di creare un vasto orto in pochissimo spazio, contenendo insalate, piante grasse, aloe vera, piccoli frutti come le fragole delle lampadine ad incandescenza che non si usano più, come descritto qualche giorno fa.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie