Decorare casa con i sassi

Camminare all’aria aperta, sul mare, lungo il corso di un ruscello, su sentiero di campagna o in montagna è fonte di sorprese e ispirazioni. Magari vine voglia di raccogliere qualche sasso dalla forma particolare, più o meno spigoloso, levigato dall’acqua, con una particolare sfumatura. Potrebbe diventare un bel passatempo e anche un hobby creativo, perchè i sassi possono diventare un ottimo complemento d’arredo e di decorazione.
Non pensiate ai sassi come a meteria statica, fanno parte del regno minerale, non sono statici ma in perenne trasformazione: “panta rei”! Tutti gli agenti atmosferici agiscono su di essi e ne cambiano le caratteristiche.

Sono le loro forme a colpirci, forme che spesso ci ricordano qualcosa, un animale, un fiore, un oggetto, una trasparenza. Ci sono artisti che hanno fatto dei sassi i protagonisti del nuovo design moderno. Possiamo dunque prendere spunto dalla propria fantasia e provare anche noi a creare qualcosa di originale. Non è necessaria tecnica alcuna, nè particolari abilità per colorare i sassi secondo la propria fantasia.

Una volta trovati i nostri sassi, è bene pulirli con acqua e un po’ di sapone o se vogliamo igienizzarli possiamo bollirli e quindi scolarli. Lasciate asciugare al sole oppure sopra un panno di stoffa. L’utilizzo primario è quello che contempla i sassi al naturale, senza interventi pittorici o di sorta. Un’idea potrebbe essere quella di formare con elementi di formato decrescente e spessore minimo piccoli totem decorativi, oppure torri da utilizzare come basi per candele. Si possono fissare con la colla a presa rapida a coperchi di scatole di cartone o metallo, così da ottenere divertenti pomoli.

Si può giocare con la dimensione e i colori creando piccoli quadretti decorativi, incollando i sassi a una base di cartone bianco utilizzando una colla resistente. Oppure con le fisionomie e le sfumature naturali delle pietre, magari creando piccoli mosaici semplici, oppure fissandoli su carte per acquarello dipinte con velature leggere. Se ne possono fare piccole stradine o pedane in giardino, basi per la doccia in casa o rivestire le pareti con originali mosaici. Fissando i sassi sopra una base magari in gomma, si possono realizzare divertenti zerbini o sottopentola.

Se siete bravi con il trapano, potete trasformare i sassi in oggetti di uso comune: in maniglie per cassetti e porte. Ma anche inciderli per creare piccoli decori interni come cuori, foglie, animaletti vari, fino a trapassare la superficie per inserire cordini, fili di metallo e nastri e ottenere originali monili. Oppure farne gemme singolari per anelli e orecchini. I sassi sono inoltre ottime tavolozze e quindi via con il pennello a realizzare scritte o nomi, piccoli messaggi utilizzando pastelli o pennarelli indelebili di colore bianco, magari anche pittura acrilica della stessa tonalità. Oppure riprodurre l’effetto pizzo e macramè ricreando trame delicate, ma anche ispirandovi alle fisionomie del mare per disegnare trame simili a conchiglie, ricci, piccole meduse, coralli.

Vi potete sbizzarrire con linee sottili, magari dorate o argentate, oppure strisce parallele multicolore oppure per far risaltare la tonalità, dipingete prima il sasso con una base di bianco, quindi ad asciugatura avvenuta completate con i colori prescelti. Prendete spunto da ciò che vi circonda sfruttando la forma del sasso. Sfruttate il web per confrontarvi con idee, realizzazioni e ispirazioni sempre diverse. E per le amanti della maglia e del crochet, ma anche della carta e della colla, rivestite i sassi di grande formato con piccole trame delicate per ottenere originali centrotavola, simpatici fermacarte e fermaporta. Oppure elementi decorativi di carta velina dai colori tenui e delicati da porre accanto alla finestra.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie