Educare i giovani a mangiare sano con una app, è l’idea alla base del concorso promosso nell’ambito di Rise2Up

Una app pensata dai giovani per i giovani, con l’obiettivo di insegnare in modo simpatico e inusuale l’importanza del mangiare sano. È l’idea alla base del concorso promosso nell’ambito di Rise2Up, progetto realizzato in vista di Expo 2015 e rivolto a studenti di istituti superiori e università.

«Rise2Up ha l’obiettivo di dare visibilità alle buone prassi delle aziende agroalimentari italiane ed estere – afferma Mirella Mastretti, presidente dell’associazione Talent4Rise che ha ideato il progetto -. Obiettivo primario è educare a una corretta alimentazione per favorire nuovi stili di vita, incoraggiando la partecipazione attiva dei consumatori, in particolare giovani e adolescenti, valorizzando la conoscenza delle “tradizioni alimentari” come elementi culturali e favorendo l’incontro tra culture diverse nel significato più esteso del termine “diversità”. Per questo abbiamo pensato di organizzare un concorso, per trovare l’idea migliore per veicolare questi concetti utilizzando lo stesso linguaggio parlato dai ragazzi». Il vincitore riceverà un premio di mille euro e la possibilità di ricevere un contributo per promuovere l’implementazione della app.

Il concorso ha lo scopo di educare le nuove generazioni a un’alimentazione consapevole, promuovendo i sapori genuini contrapposti a quelli industriali. «La call4idea ha il duplice obiettivo di diffondere tra i giovani la conoscenza e la consapevolezza dell’importanza di un’alimentazione sana e genuina e di coinvolgerli in un’attività creativa e propositiva sul tema della salute/educazione alimentare» prosegue Paola Corradi, vicepresidente dell’associazione Talent4Rise.

«Sono convinto che possa essere molto interessante sviluppare app “pensate” da giovani studenti della generazione “nativi digitali”. Abbiamo quindi accolto con entusiasmo l’idea di finanziare le migliori idee con un piccolo premio in denaro e il supporto all’implementazione dell’idea, per trasformarla in realtà» dice Roberto Lorenzetti, ad di Siseco, partner tecnologico del progetto.

Il concorso è rivolto a studenti di istituti superiori (pubblici o parificati) di specializzazione di tutto il territorio nazionale e studenti e laureati del corso di laurea in Dams e Multidams studenti e laureati della Facoltà di Architettura, Ingegneria, Informatica e studenti dello IED (Istituto Europeo di Design). Possono iscriversi: scuole, singole classi, gruppi di studenti o singoli; diplomati o laureati da non più di un anno. La partecipazione avviene in forma anonima. Le domande possono essere consegnate dal 1° dicembre 2014 al 29 gennaio 2015. Il progetto, completo dei dati anagrafici dell’autore, dovrà essere inserito in un plico da inviare a: Siseco srl , corso Sempione 270, 20028 San Vittore Olona (MI) con la dicitura “Call4idea – App EduA Rise2Up”. All’interno del plico dovranno essere contenute due buste chiuse senza segni identificativi. La prima busta, dovrà riportare la scritta “Busta A – Idea”, dovrà contenere il progetto realizzato sia su supporto informatico in formato jpeg ad alta definizione (cd/dvd rom privato dei segni di identificazione sulle proprietà del file), sia su supporto cartaceo (in formato A4 in due versioni: in quadricromia e in bianco e nero) e una relazione descrittiva dell’idea progettata.

Nella seconda lettera, denominata “Busta B – Anagrafica”, dovrà essere inserita la domanda di partecipazione compilata. I criteri utilizzati per giudicare sono il grado innovativo dell’idea (50 punti) e la capacità realizzativa (50 punti). Sarà premiato il progetto che avrà totalizzato il maggior punteggio totale (purché superiore a 70/100). Al vincitore del concorso sarà corrisposto un premio pari a mille euro tramite determinazione di liquidazione. Siseco srl valuterà quindi un contributo di investimento adeguato per l’implementazione.
Visualizza il regolamento completo

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie