Febbriciattola, tosse e raffreddore, ma non è influenza

Avevamo già parlato delle previsioni relative all’arrivo dell’influenza, il cui picco è confermato per il mese di Dicembre. Ma in questi mesi di tempo strano, siamo assediati da una serie di virus che potremmo definire parainfluenzali che ci attaccano a ritmo sostenuto. Già si contano vittime a letto con la febbre e il raffreddore, mentre il mal di gola spadroneggia indiscusso. Si tratta però, come dicono gli esperti, di falsa influenza, cioè una sindrome che si accompagna agli stessi sintomi ma è solo un virus molto simile.

A parlarne è Fabrizio Pregliasco, ricercatore del dipartimento di Scienze Biomediche dell’Università di Milano che evidenzia la causa negli sbalzi metereologici delle ultime tre settimane e che ha messo molti italiani a letto. Benchè siano virus simili, con le stesse sintomatologie, è bene però non sottovalutarli, e curarli in maniera corretta.

E allora quando arriverà l’influenza? Fabrizio Pregliasco dice: “L’influenza arriverà a dicembre, all’insegna delle temperature basse persistenti. Mentre gli sbalzi termici favoriscono la diffusione dei virus simil-influenzali, il freddo intenso e prolungato favorisce l’influenza vera e propria”.

Ma l’epidemia influenzale, secondo le prime stime, sarà più lieve del solito: si prevedono meno di 4 milioni di italiani a letto con sintomi influenzali, quasi un milione in meno rispetto allo scorso anno quando erano stati più di 4 milioni e mezzo. Questo perché si attende un inverno mite e con temperature che solo raramente scenderanno a picco.

Perciò cerchiamo di porre in atto le giuste contromisure a partire dall’alimentazione, dalle cure naturali in modo da rinforzare le difese immunitarie e prepararsi all’attacco finale.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie