Gravidanza: non è vero che….

Vi sembrerà assurdo ma ci sono ancora molte donne che credono ancora in vecchie credenze tutte da sfatare. Ci sono le ecografie in 3D adesso ma ciò non toglie che vecchie leggende metropolitane continuino indisturbate ad alimentare false verità. Vediamo quali.

La gravidanza non rovina i denti. Tale credenza trae le sue origini dalla malnutrizione dei tempi andati, quando cioè le donne non avevano un livello di calcio insufficiente per far fronte alle esigenze del nascituro. Il calcio è vitale per tutte le donne, e il ginecologo può suggerire eventualemnte di assumere un integratore. Cibi che contengono calcio sono: latticini, verdure verdi a foglia larga, sardine in lattina, tofu arricchito e spremute di frutta. Fate comunque un check-up e dite al vostro dentista che siete incinta.

Molti credono che aver voglia di dolce voglia dire asepttare una bambina, mentre se si ha voglia di salato si aspeta un maschio. Secondo alcuni medici, le voglie non esistono! È diffuso il luogo comune che se il vostro compagno ingrassa durante la gravidanza, significa che aspettate una bambina, se rimane così com’è allora il vostro bimbo sarà maschio. Ma non c’è nulla di sicuro nè tantomeno di provato.

Altra assurdità è quella di credere che i capelli del nascituro provochino bruciori di stomaco.
I bruciori di stomaco sono molto diffusi in gravidanza e si attribuiscono agli ormoni della gravidanza che rilassano i muscoli dell’esofago. Quindi, non significa che il vostro bambino nascerà con la testa piena di capelli!

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie