Integratori coadiuvanti del dimagrimento, conoscerli e come muoversi

Sapersi muovere nel mondo degli integratori non è poi così semplice come sembra, soprattutto se si tratta di integratori coadiuvanti del dimagrimento. In generale, in base alla definizione che ne dà il legislatore (D.Lgs 169/2004, in attuazione della Direttiva Europea 2002/46/CE) vengono definiti: “prodotti alimentari destinati ad integrare la dieta normale e che costituiscono una fonte concentrata di sostanze nutritive o di altre sostanze aventi un determinato effetto”.

E’ proprio il termine integratore che ci fa capire che pur assimilabili agli alimenti, non hanno la sola capacità nutritiva, ed è bene tener presente che non sono farmaci, anche se li troviamo spesso sotto forma di pillole o capsule; non è inoltre necessaria la prescrizione medica per acquistarli, anche se è sempre bene consultare il medico quando si decide di farne uso.

Per capirne di più ecco una classificazione generale:

-integratori di vitamine e/o minerali

-integratori di amminoacidi (utili agli sportivi che praticano attività; aerobica intensa e prolungata)

-integratori di proteine (utili agli sportivi che praticano attività anaerobia e culturismo)

-integratori di acidi grassi omega-3 e omega-6

-integratori probiotici

-integratori proposti come coadiuvanti per il controllo e la riduzione del peso

A noi in particolare interessano questi ultimi i cui principi attivi si basano per lo più su sostanze naturali, che hanno un effetto sul controllo del peso poiché accelerano il metabolismo e innescano reazioni biochimiche che agiscono sull’organismo. Come?

-aumentano il consumo dei grassi e riducono l’accumulo degli zuccheri

-hanno un funzione depurativa dell’organismo

-contrastano la ritenzione idrica

Vediamo ora le tipologie che ci sono e il loro principio base

Fibra
La fibra alimentare la conosciamo tutti e la si trova nelle verdure, nei cereali e nella crusca, e, ai fini del dimagrimento agisce sia dal punto di vista della fame, in quanto dà un certo senso di sazietà ed in più è un prebiotico, cioè nutre i benefici microrganismi intestinali aumentando peristalsi, transito intestinale, e favorendo il rafforzamento del sistema immunitario.

Thè Verde
Anche il thè verde è molto conosciuto e diffuso e viene usato come basi negli integratori per la presenza di catechine, che nell’organismo umano svolgono benefiche funzioni fra cui quella anti-ossidante, questo comporta che le cellule diventano molto più attive, il metabolismo migliora velocizzandosi favorendo la degradazione dei grassi (reazione chiamata lipolisi). Le catechine inoltre contribuiscono a ridurre il colesterolo, controllano i livelli di glucosio ematico e intervengono sul controllo della pressione sanguigna.

Caffeina e Teina
Entrambi alcaloidi, stimolano il metabolismo, aumentando la termogenesi, cioè facilitano la combustione degli acidi grassi, inducendo così l’organismo a consumare più velocemente l’energia e a degradare i lipidi del tessuto adiposo, con conseguente calo di peso.

Bacche di Acai
Si stanno diffondendo sempre di più gli estratti di queste bacche provenienti dall’Amazzonia e che contengono un elevatissimo potere anti-ossidante per il loro contenuto di vitamine, polifenoli, calcio e fosforo. Grazie agli amminoacidi essenziali e ai fitosteroli aumenta il metabolismo e lla termogenesi: si bruciano più rapidamente i grassi in eccesso, con conseguente perdita di peso. Le bacche di Acai riducono anche il senso di fame.

Chitosano
Il Chitosano si basa sul principio attivo della Chitina. Se ne ricava un integratore a base di gusci di aragosta, granchi e gamberi e la sua azione è come quella della fibra.

Carnitina
Trasporta gli acidi grassi nei mitocondri (organelli cellulari) favorendo le reazioni di combustione degli acidi grassi (azione brucia-grassi). Così si previene il loro accumulo sotto forma di trigliceridi all’interno del tessuto adiposo, con la conseguente possibilità di un dimagrimento

Faseolamina
La Faseolamina è una sostanza presente nel baccello dei fagioli ed un gluco-bloccante ovvero blocca la digestione degli zuccheri complessi, come l’amido. La conseguenza è un minor assorbimento di zuccheri, dunque di calorie, e perdita di peso.

Isoflavoni
Gli Isoflavoni si trovano nella soia. Insieme ad altre sostanze, aiutano a ridistribuire meglio i messaggi ormonali a favore del dimagrimento e a ridistribuire armoniosamente anche le masse grasse del corpo.

Acido Linoleico Coniugato (CLA)

L’acido linoleico coniugato è un acido grasso presente nei prodotti lattiero-caseari e nella carne rossa. Il loro consumo determina una diminuzione della massa grassa a favore della massa magra, ostacolando la lipogenesi. La sua azione è dovuta la fatto che si lega ad alcuni recettori presenti sulle cellule, i PPAR-Gamma che attivandosi stimolano la produzione e l’azione di enzimi lipolitici (che degradano i lipidi nel tessuto adiposo) e catabolici. Inoltre aumenta, come molti altri integratori, la termogenesi.

Efedrina
L’Efedrina è un alcaloide che si trova in piante del genere Ephedra ed è uno stimolante, come la caffeina. Stimola il metabolismo e induce la produzione di catecolamine (adrenalina, noradrenalina e dopamina) che preparano l’organismo a svolgere attività fisica causando vasocostrizione e attaccando la massa grassa degradandola. Inoltre causa inappetenza, favorendo il dimagrimento. Attenzione però l’efedrina può essere nociva al sistema cardiovascolare e al sistema nervoso centrale, quindi alcuni integratori che ne fanno uso sono stati vietati.

Ricapitolando, gli integratori coadiuvanti del dimagrimento agiscono perché: aumentano la termogenesi ( maccanismo che serve per le produzione di calore e per il mantenimento della temperatura corporea e per fare questo, l’organismo brucia, cioè consuma le riserve di zuccheri e, soprattutto, di grassi), hanno azione drenante (diuresi ed eliminazione di scorie e tossine), aumentano il senso di sazietà (vedi fibra ed efedrina, ma quest’ultima può avere effetti collaterali pericolosi), possiedono la proprietà cosiddetta cattura-grassi (cioè formano una sorta di rete che ingloba i grassi, impedendone di fatto la digestione con la conseguenza di essere escreti).

Ovviamente tali integratori esplicano efficacemente la loro funzione se associati ad una alimentazione sana, equilibrata e accompagnata da una regolare attività fisica. Come detto precedentemente non tutti sono assolutamente sicuri per la salute quindi a livello di approvazione scientifica, gli enti preposti al controllo come EFSA (Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare), considera assolutamente sicuri Chitosano (per periodi di assunzione brevi) e Fibra. Per quanto riguarda gli altri, il loro uso deve essere fatto seguendo con grande attenzione le dosi consigliate e diffidate di quelli che promettono risultati miracolosi.

Per acquistare gli integratori potete rivolgervi ai negozi specializzati oppure navigare su internet, a questo proposito fra i tanti siti noi consigliamo MuscleNutrition.com, leader europeo nella distribuzione di integratori per tutte le esigenze, con una vastissima gamma di prodotti di altissima qualità e uno staff che può fornirvi tutte le informazioni che desiderate.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie