Il leader della rete europea sulla risposta dei virus, è stato rimosso dall’incarico

Scienziati che si occupano di malattie infettive stanno protestando per la rimozione del coordinatore dello uno sforzo europeo per rispondere alle epidemie. Matthias Niedrig, virologo, ha guidato la European Network for Imported Viral Diseases (ENIVD), fin da quando è stata creata nel 1995. Ma alla fine di agosto, il capo dell’Istituto Robert Koch (RKI) a Berlino, che ospita la rete, ha informato Niedrig che sarebbe stato riassegnato a lavorare su questioni di salute legate ai cambiamenti climatici.

I suoi sostenitori ritengono che sia una mossa “incomprensibile” perché arriva in un momento in cui l’Europa è in stato di allerta per l’arrivo di persone con infezione da Ebola dall’Africa occidentale. Si nota che l’ENIVD ha già informato gli Stati membri europei sulla diagnosi e trattamento di casi sospetti di Ebola durante l’attuale crisi. Ma il presidente dell’RKI Reinhard Burger dice che le preoccupazioni circa la manovra nei confronti di Niedrig sono infondate, e che è il risultato di un attento esame.

L’ENIVD collega circa 100 funzionari di sanità pubblica, virologi, microbiologi e altri esperti di malattie infettive in tutta Europa. Lavora per incentivare preparazione e risposta all’epidemia, organizzando lo scambio di dati, virus, reagenti e metodi di prova, e sviluppa e convalida dei test per le malattie rare ed emergenti. Quando si presentano casi sospetti, la rete, che è in standby tutto il giorno, aiuta i paesi a diagnosticare rapidamente questi pazienti.

Lavoro di Niedrig all’RKI include anche gli studi sulla risposta immunitaria ai vaccini e lo sviluppo di nuovi metodi diagnostici per le malattie rare, come l’Ebola. Il suo gruppo di ricerca gestisce anche il laboratorio nazionale di riferimento della Germania per l’encefalite da zecche.

Ma questo è destinato a cambiare entro pochi giorni. Niedrig sostiene che Brurger in una lettera datata 25 Agosto, gli ha riferito che sarebbe stato spostato ad un nuovo lavoro sui cambiamenti climatici; il 29 ottobre, a Niedrig è stato detto che questo nuovo lavoro sarebbe entrato in vigore il 15 novembre. Egli dice che il suo personale di laboratorio sarà riassegnato a un altro gruppo, ma non sa chi assumerà la guida del suo laboratorio o guiderà il ENIVD. “Tutti i miei obiettivi di laboratorio sono a rischio,” Niedrig aggiunge.

Susanne Glasmacher, una portavoce del RKI, dice che l’Istituto non discutere di questioni realtive al personale interno. E ‘stata anche in grado di fornire il nome del sostituto di Niedrig.

Il malcontento relativo allo spostamento di Niedrig ha spinto sei scienziati del comitato direttivo ENIVD ad esprimere le proprie obiezioni in una lettera a Burger. “ENIVD è in piena azione a causa dello scoppio di Ebola, quindi non possiamo permetterci una mancanza di continuità,” hanno scritto. Rimozione dall’incarico di Niedrig riduce l’efficacia della rete in un momento in cui si ha bisogno di operare agevolmente per assistere i paesi europei con eventuali casi di Ebola giunti da fuori, hanno aggiunto gli scienziati.

Altri 59 scienziati dalla ENIVD e collaboratori da 45 laboratori in 33 paesi hanno inviato lettere a Burger per esprimere il loro sostegno per Niedrig. Essi comprendono Amadou Alpha Sall, che è il direttore scientifico dell’Istituto Pasteur di Dakar, in Senegal e direttore del centro di collaborazione dell’organizzazione mondiale della sanità per gli arbovirus e la febbre emorragica virale, sempre a Dakar. Sall, che ha collaborato a lungo con l’ENIVD, dice che il cambiamento di lavoro di Niedrig presso l’RKI è un duro colpo al gruppo di Sall e alle reti di laboratorio diagnostico africano.

La mossa è anche probabile che sia stata preparata per porre fine allo sforzo congiunto del gruppo di Niedrig per preparare un test diagnostico per la cura dell’Ebola, che essi stanno attualmente valutando sul campo in Guinea. Sall dice “Niedrig e il suo gruppo sono così importanti in questo progetto che il suo trasferimento in un’altra posizione significherebbe finire questo progetto,”.

Burger sostiene che la manovra “non impatterà negativamente sul trattamento dell’Ebola”. Anche se ha rifiutato di dare il nome del sostituto di Niedrig, Burger dice che la persona è un virologo con vasta esperienza nello sviluppo e standardizzazione diagnostica dell’Ebola in Germania e in Africa occidentale con il European Mobile Laboratory Project.

In ogni caso, aggiunge Burger, altro personale del Robert Koch Institute coinvolto l’ENIVD rimarrà su questo lavoro.

I sostenitori di Niedrig sperano ancora che la decisione di spostarlo al nuovo lavoro sarà revocata.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie