La leggendaria seta del mare, il bisso

Forse quasi nessuno conosce il bisso, la seta del mare, sottile, morbido e lucente come i capelli di una sirena. E’ un filato prezioso, anzi preziosissimo, non si vende, non si compra, semplicemente è. Arriva dal fondo del mare, si ricava da una conchiglia, la Pinna Nobilis, e la sua lavorazione è lunga, difficile e avviene attraverso una conoscenza antichissima di tradizioni tramandate per secoli dalle donne-acqua, che tessevano questa seta per re e imperatori. Essere maestro di bisso è un po’ come essere dei gran sacerdoti che sono passati attraverso una rigorosa iniziazione ai misteri.

Ad oggi rimane solo una donna maestro di bisso, perchè così si chiama, al maschile, edè la signora Chiara Vigo, che vive in Sardegna, a Sant’Antioco e la cui storia è stata raccontata in un libro: “Dal buio alla luce, il bisso marino e Chiara Vigo” che si può acquistare su Amazon.

Secondo una tradizione rinascimentale per tessere il bisso si deve esser capaci di tessere la lana, il cotone, il lino, la canapa, l’agave, la palma e conoscere 124 sistemi di tintura e cura con le erbe o gli animali (senza ucciderli), pregare ogni mattina e sera nelle lingue antiche, immergersi a maggio fino a 13 metri senza muta per prendere gli ultimi centimetri di bioccolo dalle Pinne Nobilis, dissalarli per 25 giorni cambiando l’acqua ogni 3 ore, passarli in una pozione di 14 alghe, sbiondarli con il limone, cardarli, filarli con il fuso, tesserli con le unghie nel lino. E metterci magari 4 anni per fare un’opera perché i disegni sono complessi e la Pinna Nobilis, il più grande mollusco del Mediterraneo, e’ protetto da leggi europee.

Non è un lavoro, ma una missione, è qualcosa di interiore che non si traduce in danaro perchè come già accennato, il bisso non si compra, non si vende, non ha mercato, si fa gratuitamente. Se vi capita di andare a Sant’Antioco, passate a trovare la signora Chiara Vigo al museo del Bisso, potrete ricevere in regalo un prezioso filo di bisso; lei ha regalato alcune sue opere a persone molto speciali, come Clinton, il Papa o qualche museo.

Lavorare il bisso è una scelta divita profonda, perchè si vive di offerte, e se ci si vota a questa magica arte ci si deve sottoporre al giuramente del leone con la promessa di no naccettare soldi per il proprio lavoro, ma vivere appunto di offerte.
Se ancora non lo sapete, la signora Chiara sta cercando un’altra donna mgica cui tramandare la sua arte. Vi confesso che sono tentata di contattarla, perchè ciò che fa questa donna sembra appartenere ad un mondo che non ci appartiene, forse ad un’altra sfera spazio temporale, che però vale la pensa di scoprire.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie