Pneumatici usati: firmato protocollo d’intesa Anci-Greentire

Oggi, nel corso della manifestazione riminese Ecomondo, Anci, l’Associazione nazionale dei comuni italiani, e Greentire, il Consorzio senza scopo di lucro che raccoglie l’intera filiera della gestione degli pneumatici usati, hanno firmato un protocollo d’intesa per favorire l’utilizzo di prodotti provenienti dal riciclo di PFU negli acquisti verdi della Pubblica Amministrazione.

Con la firma del protocollo, Anci e Greentire si impegnano in concreto ad avviare iniziative di formazione del personale delle amministrazioni comunali sull’impiego di gomma da riciclo di PFU, e predisporre linee guida per i bandi di gara, in cui i criteri ecologici risultino premianti nel punteggio dell’offerta. Un enorme passo in avanti per gli acquisti verdi pubblici e per gli pneumatici fuori uso, che invece hanno ancora molta ‘strada’ da fare.

I prodotti in gomma ricavati dalla granulazione degli pneumatici fuori uso possiedono importanti qualità come l’elasticità e la resistenza alla deformazione. Esistono per questo diverse applicazioni molto utili all’ambiente urbano che ci circonda come la pavimentazione delle aree di gioco (anti trauma), la gomma per l’asfalto delle strade (che ne migliora l’aderenza e la rumorosità), ma anche campi da calcio, piste di atletica, panchine, guard rail, rotonde e panchine.

Greentire, attraverso l’attività di raccolta e di rigenerazione dei PFU persegue un obiettivo primario per la tutela ambientale: raggiungere il 100% del riciclo degli pneumatici e garantire la tracciabilità dei loro flussi per scongiurare l’illegalità e gli stoccaggi abusivi. Così grazie alla sua rete diffusa sul territorio, composta da 2mila punti di raccolta e 9 impianti di recupero, il Consorzio ha raccolto nel 2013 20mila tonnellate di PFU, avviandone a riciclo il 99,92%.

”La collaborazione tra enti pubblici e aziende – evidenzia Filippo Bernocchi, Delegato Anci Energia e Rifiuti – che operano nel settore del riciclo, non può far altro che incoraggiare comportamenti sostenibili da parte degli amministratori locali e della cittadinanza, salvaguardando il tessuto urbano ed extraurbano”. L’ingegner Paolo Bucher, Direttore Ricerca e Sviluppo, spiega il piano attuativo secondo il quale  ”Greentire metterà a disposizione il proprio know how, fortemente innovativo, per il trattamento del rifiuto negli impianti di riciclaggio e sensibile verso la promozione di nuove applicazioni. Tutto il nostro lavoro è proteso ad ottenere una filiera virtuosa del ciclo di vita dei PFU, al fine di ottimizzarne il recupero, prevenirne il rischio di dispersione e proteggere l’ambiente”.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie