Alla ricerca dell’oro nei vecchi computer, tecnologia Enea per recuperarli

Recuperare materiali preziosi, tra cui oro e argento, da rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche,  computer, cellulari, batterie al litio,  pannelli fotovoltaici; adesso è possibile  grazie 
a ROMEO (Recovery Of MEtals by hydrOmetallurgy), una tecnologia brevettata dall’ENEA, che sarà presentata a Ecomondo, la manifestazione dedicata alla green economy che si apre domani a  Rimini. (Video disponibile al link riportato in calce)

Presso lo stand dell’Agenzia per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile sarà anche presentato ASTRO, un progetto che consente di produrre in loco compost dai rifiuti organici di piccole comunità, quali condomini, mense, hotel. Il “compostatore collettivo” è stato già sperimentato con successo per i rifiuti della mensa del Centro di Ricerche ENEA di Casaccia. (Video disponibile al link riportato in calce) La tecnologia per il compost si integra con il sistema per il monitoraggio ambientale dei processi di compostaggio dei fanghi di depurazione, sia per quanto riguarda la gestione ottimale del ciclo di trattamento con analisi ambientali e valutazioni tecnico-economiche sia per l’individuazione dei loro possibili utilizzi.

Fra le iniziative c’è anche SINERGIA, il progetto europeo PMI coordinato dall’ENEA per il miglioramento dell’efficienza energetica, attraverso interventi di trasferimento tecnologico e la  riduzione dei consumi. Un’apposita piattaforma web permetterà alle aziende di effettuare il proprio check up energetico, verificando i propri consumi e identificando gli interventi necessari per migliorare l’efficienza e  utilizzare fonti  rinnovabili.

Fra i progetti di Green Economy presentati dall’ENEA, anche  la micro car da città SPAZIA,  dotata di un piccolo sistema di accumulo con batterie al litio, capace di viaggiare in modalità tradizionale, elettrica e ibrida e il “Progetto Egadi” per il turismo sostenibile, un progetto che nasce da un mix di soluzioni tecnologiche per gestire in maniera sostenibile i servizi ai cittadini – acqua, rifiuti, etc. – coinvolgendo le attività turistiche, coniugando le esigenze di una piccola comunità con l’impatto del turismo  nei mesi estivi.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie