Survival Condos, il condominio bunker per la sopravvivenza post atomica

Con i soldi oggi si può tutto proprio tutto, anche permettersi di aver salva la vita in caso di guerra atomica, attacchi terroristici o disastri ambientali. E per i ricchi è nato un condominio bunker con tutti i comfort ed è già tutto prenotato.

Sono quelle follie che solo i miliardari possono permettersi, ma questa le supera tutte in assoluto. Di bunker antiatomici o di rifugi che potessero proteggere le persone da eventuali guerre di sterminio, disastri ambientali, o addirittura Apocalisse ne abbiamo sentito parlare nel corso del tempo. Bunker in mezzo ai boschi, scavati nella roccia, dotati di tutti i sistemi futuristici per permettere la sopravvivenza in condizioni estreme.
Ma oggi la filosofia della sopravvivenza alle condizioni estreme la il posto al quella della sopravvivenza nel lusso, per ricchi naturalmente, per gli altri c’è l’arte della sopravvivenza spicciola.

All’interno di un ex silos per missili Atlas-F, sperduto tra le pianure del Kansas, nascerà il primo condominio sotterraneo per ricchi: costi compresi tra 1,5 e 4,5 milioni di dollari ad appartamento. Il costruttore Larry Hall, un ex ingegnere informatico, dice con soddisfazione che ci sarebbe la fila per avere uno spazio: medici, imprenditori e manager.

Qusto condominio da “The day after”, si chiama “Survival Condos” che sorgerà vicino a Concordia, in Kansas, offre, a prezzi cosmici, appartamenti con tutti i comfort di un grattacielo di Manhattan: piscina, un bar, un cinema e anche un orto con cultura idroponica per autoprodursi cibo. Ci sarà anche un luogo per far passeggiare i propri cani e un’area adibita a prigione qualora, durante la lunga permanenza, qualcuno degli ospiti milionari dovesse commettere un crimine.

Non solo, ci saranno anche un poligono di tiro e una palestra di arrampicata. In caso di disastro nucleare il condominio sotterraneo potrà ospitare fino a 70 persone per cinque anni. E adesso (mentre molti degli appartenenti costruiti sono stati venduti) sarà costruito un nuovo palazzo di fianco a quello già allo studio e presto la stessa cosa potrebbe essere fatta anche in Texas, sempre secondo quanto si legge sul sito survivalcondo.com.

Quando il mondo era ancora immerso nella guerra fredda, cinquant’anni orsono, l’esercito americano aveva costruito diversi silos per conservare missili balistici intercontinentali in caso di attacco nucleare della Russia, controllati da diverse basi americane. Furono dismessi nella primavera del 1965 e poi abbandonati. Per ora diversi milionari hanno prenotato la loro casa sotterranea. Tra questi, come racconta il Wall Street Journal, c’è Tyler Allen che ha investito 3 milioni di dollari per il suo appartamento. E ancora un importante manager del Connecticut che ha investito 12 milioni di dollari in denaro per un intero piano del condominio: “Lo vedo come una assicurazione sulla vita”, spiega.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie