Trucchi contro lo spreco alimentare in casa

Parliamo spesso di iniziative legate allo spreco alimentare, ma noi come ci comportiamo in casa? Come riduciamo noi lo spreco in cucina? Oggi vedremo come abituarci ad essere bravi in famiglia e contribuire anche noi, nel nostro piccolo ad evitare di gettare gli alimenti.

Quando cuciniamo:
-invece di assecondare il riflesso di buttare via la buccia o le foglie delle verdure, bisogna ricordarsi che la maggior parte delle volte esse possono essere cucinate, con le foglie delle carote si fanno ottime vellutate, le bucce delle fave possono essere lessate e ripassate in padella con il sugo per un contorno saporito anti-spreco e le foglie dei ravanelli sono ottime in insalata.

Come gestire la dispensa:
-in casa questa gestione è fondamentale per non sprecare e per fare delle economie
-facciamo l’inventario di ciò che abbiamo e compriamo solo di cio’ di cui si ha veramente bisogno, non dimenticate di controllare la scadenza degli alimenti freschi e metterli da consumare per primi nel frigorifero, cosi come preparare dolci per utilizzare la farina e la frutta secca che giacciono da tempo negli armadietti della cucina, sono già tre astuzie fondamentali da mettere in pratica per gestire la propria dispensa per non sprecare.

Usate l’acqua del rubinetto da bere:
-di solito l’acqua del rubinetto è potabile nella maggior parte delle città, solitamente, fatta eccezione di casi particolari, ha le stesse proprietà dell’acqua imbottigliata, perchè sottoposta a severi controlli
-acquistare ogni tanto l’acqua in bottiglia puo’ costituire un piacere, ma non è
una necessità, potete usare ad esempio le caraffe contenenti le cartucce depurative
-inoltre contribuirete a non usare la plastica
-e ricordate che ci sono le bottiglie di vetro da riempire con l’acqua del rubinetto, il vetro è il miglior contenitore per la conservazioen degli alimenti
-se amate l’acqua frizzante, investite in un gasatore

Sprechi energetici:
-di solito si ha in cucina il forno è elettrico, quindi il tempo che il forno impiega per riscaldarsi può essere utilizzato per far fondere il burro che vi servirà per preparare una torta, e poi dato che lo avete acceso usatelo per far cuocere più piatti contemporaneamente, utilizzando tutti i ripiani del forno, io per esempio, che faccio il pane fatto in casa, uso il forno per cuocere il pane e a seguire vi cuocio dei cornetti per la colazione e se sono in vena di grandi preparativi vi faccio scivolare una succulenta pizza
-appena spegnete il forno approfittate del calore residuo per riscaldare gli alimenti magari già cotti e solo da riscaldare

Fare in anticipo il menù:
-mi sono abituata a fare in anticipo il menu di pranzo e cena, non solo del giorno, ma anche di più giorni, questo permette di fare una spesa mirata e di risparmiare tempo e sprechi
-se la pianificazione non rientra nelle vostre corde, fate un menù a grandi linee tipo : lunedi pesce e verdura, martedi pasta e frutta ecc.

Acquistare con oculatezza:
-orientatevi sempre su frutta e verdura di stagione, e sui prodotti a chilometri zero, troverete qualità, buon prezzo e made in casa vostra
-talvolta i prodotti che hanno una data di scadenza ravvicinata vengono messi in promozione, ad un prezzo inferiore rispetto al solito, fateci caso, potreste approfittarne
-per quanto riguarda il biologico, avvicinatevi ai GAS (Gruppi di acquisto solidale) che si trovano ormai in tutt’Italia. Oltre a partecipare al commercio equo, beneficierete di prezzi più interessanti e di alimenti più sani
-può essere utile acquistare carne e pesce all’ingrosso, che poi taglierete in porzioni più piccole e congelerete, cosi come di riso, pasta e farina le cui confezioni più grandi sono più economiche
-frutta secca, cereali, pasta, riso o biscotti, sempre più supermercati o negozi biologici propongono questi alimenti da acquistare sfusi, io ad esempio acquisto i cereali per la colazione così, sono meno cari e ne potete predere a seconda delle esigenze

Cucinate voi:
-evitate i cibi già pronti, cucinate voi
-lo stesso vale per frutta e verdura, acquistatele senza che abbiano subito trasformazioni, evitate l’insalata in busta, o verdure già pulite e tagliate, sono soldi che vi rimarranno in tasca
-stessa cosa dicasi per il parmigiano grattugiato, compratene un pezzo intero : è più economico e di migliore qualità rispetto al parmigiano grattugiato
-anche i legumi : lenticchie e fagioli secchi da cuorere voi stessi, saranno molto più economici di quelli già cotti in scatola.
-riutilizzare l’acqua di cottura della pasta o delle verdure per annaffiare le piante : vi farà risparmiare acqua e vi permetterà di dare alle piante un concime naturale

Cimentatevi in cucina con alimenti a basso costo:
-legumi, verdura, pasta, cereali, patate, uova sono alimenti più economici rispetto alla carne e al pesce.
-non spaventatevi, non è necessario diventare vegetariani o vegani ma è possibile ridurre il consumo di carne e di pesce, consumando legumi proteici, quali fagioli e lenticchie, associati a carboidrati quali pasta, patate e verdure in modo da avere un piatto completo
-per quanto riguarda il pesce, privilegiate quello azzurro : sarde, sardine e sgombri sono più economici e più ricchi in omega-3.

Uso dell’auto per fare la spesa
-non sempre i supermercati sono raggiungibili a piedi, quindi pianificate i vostri spostamenti in auto per non dover fare troppi viaggi
-fatevi una lista della spesa dove man mano aggiungerete i prodotti che mancano e ripromettetevi di non uscire a comprarli finché la vostra lista non conterrà minimo 3 prodotti

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie