WWF a Sidney presenta il rapporto sull’Amazzonia e risponde a Survival

Anche il WWF è presente al Congresso di Sidney, Australia, in prima linea per arrestare la perdita di biodiversità, contrastare il cambiamento climatico, garantire il benessere delle persone, queste le tre sfide globali che si prefigge il mondo dei parchi (Congresso Mondiale dell’IUCN, Unione Internazionale per la Conservazione della Natura) che si svolge ogni 10 anni e che vede la partecipazione di 160 Paesi con oltre 5.000 delegati.

Al Congresso partecipano anche la Presidente del WWF internazionale, Yolanda Kakabadse e il direttore generale del WWF internazionale, Marco Lambertini. Il WWF sarà presente a Sidney con tre richieste puntuali:
1.Per rilanciare il presidio delle aree protette non solo come garanzia per la resilienza dei sistemi naturali ma come modelli per garantire il benessere delle future generazioni.
2.Si chiede che le conclusioni del congresso facciano proprie le idee più innovative che emergeranno dal dibattito e dai piani di azione dei governi, delle organizzazioni internazionali, dei soggetti economici e della società civile.
3.Infine il WWF si augura che le conclusioni del congresso diano indicazioni chiare su come le Nazioni Unite possano garantire il pieno riconoscimento dell’importanza delle risorse naturali, della biodiversità e dello stato di salute degli ecosistemi per lo sviluppo sociale ed economico, in coerenza con gli Obiettivi di Sviluppo del Millennio dell’Onu (Millennium Development Goals) post 2015.

Non solo, domani 15 Novembre 2014, il WWF presenterà il nuovo report “Stato dell’Amazzonia: ecologia, aree protette e territori indigeni” (qui in allegato), in cui è emerge in maniera trasparente il lavoro intenso di collaborazione svolto con le comunità locali per assicurare un patrimonio naturale importante come l’Amazzonia all’umanità intera e alle popolazioni che ci vivono, ovvero, oltre 385 comunità. E’ la risposta del WWF a Survival International, risposta ad una polemica che dura da circa 8 anni, sulla trasparenza delle azioni svolte direttamente sul campo.

Documenti allegati

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie