Aiutare il metabolismo: ecco come

Per riuscire a mantenere il proprio metabolismo attivo, è necessario porre attenzione a semplici consigli che devono diventare abitudini radicate, solo così si riesce a mantenere il nostro peso nella norma. Non bisogna aver fretta, per constatare i primi risultati è necessario attendere almeno 15 giorni. E ora prendete carta e penna e scrivete questi consigli:

Tre volte a settimana fate del movimento, poichè quando aumenta la massa muscolare il metabolismo accelera:
– si attivano l’adrenalina e la dopamina,
– si risvegliano gli enzimi metabolici,
– i grassi stoccati si mobilizzano e gli zuccheri migliorano l’azione dell’insulina.

Avere una buona muscolatura significa consumare di più anche a riposo. Gli sport più adatti sono quelli che prevedono uno sforzo moderato, ininterrotto, prolungato e regolare, come la camminata veloce, il nuoto, la bicicletta, il jogging, la cyclette, lo spinning, lo sci di fondo, l’aerobica. L’ideale è dedicargli un’ora, almeno 3 volte a settimana.

Alimentazione:
– Non scendere mai al di sotto delle 1200 calorie quotidiane, altrimenti invece di perdere peso, si rischia di “addormentare” il metabolismo, che si mette in regime di risparmio, consumando meno
– Alimentate i muscoli con i carboidrati complessi e proteine magre: mangia ogni giorno 80 g di pasta o riso o mais; 50 g di pane; 200 g di carne bianca o pesce.
– Mi raccomando: invece di un’unica abbuffata la sera, abitudine diffusa tra chi lavora molto o è stressato, adotta 5/6 appuntamenti quotidiani col cibo.
– Bere, bere, bere: la ricerca scientifica dimostra che il metabolismo aumenta con un’idratazione di 1,5-2 litri di acqua al giorno.

Quali alimenti?
Alghe: trasformano zuccheri e grassi in energia e contengono iodio, stimolatore della tiroide. Ottime nelle minestre.
Caffè: le sue proprietà toniche e stimolanti aumentano il consumo di calorie. Tre tazzine al giorno, se non hai particolari problemi di ipertensione.
Rosmarino: è l’erba aromatica più efficace per il metabolismo, inoltre è tonico ed energizzante. Oltre ad aggiungerlo ai piatti, si può preparare l’infuso, la mattina, mettendo un rametto in acqua bollente e lasciando riposare per 10 minuti.
Ravanello: velocizza il metabolismo ed è ottimo per il fegato. Da aggiungere sempre alle insalate; ideale come aperitivo.
Sedano: è raccomandato anche in caso di obesità. L’insalata di sedano come antipasto è saporita e costituisce un vero starter per il metabolismo.
Senape: aiuta a incrementare il metabolismo del 25-30% e lo fa per un tempo prolungato dopo l’assunzione. Si può preparare una vinaigrette di senape per condire insalate o pinzimoni e usarla pura per accompagnare le carni.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie