Detersivo per lavatrice: come autoprodurlo

Se siete disposti ad impiegare un po’ del vostro tempo per autoprodurre prodotti non inquinanti siete capitait nel posto giusto. Oggi impareremo a creare un detersivo per lavatrice fai da te, totalmente non inquinante ma con tutta l’efficacia pulente che vi serve.

INGREDIENTI PER IL DETERSIVO ECOLOGICO
Allora per evitare di indossare i nostri abiti ed essere assaliti da fastidiosi pruriti provocati dai detersivi convenzionali che contengono sostanze dannose per la pelle e per l’ambiente ecco cosa vi occorre per fare un detersivo con tutti i crismi. L’ingrediente base per preparare un detersivo in polvere o liquido è il sapone di Marsiglia vegetale. Fate attenzione perchè quello che acquistiamo nei negozi contiene infatti il Sodium Tallowate, ovvero il sego bovino, un grasso saponificato ottenuto dagli scarti di macellazione, quindi un grasso animale. Inoltre il sapone di Marsiglia è composto anche dal Sodium Palmate e Sodium Palm kernelate dei grassi saponificati derivanti da palma e da noccioli di palma, queste sostante pur essendo classificate come grassi vegetali dal punto di vista ecologico non sono poi così accettabili. Come detto ieri, il sapone di Marsiglia deve essere fatto con l’olio d’oliva, da individuare con il nome di Sodium Olivate all’interno della lista degli ingredienti. Vi occorreranno inoltre: il bicarbonato di sodio (che contribuisce a rendere il bucato bianco, ad eliminare tutti quei cattivi odori che rimangono sui vestiti anche dopo il lavaggio, mantiene il ph ottimale durante il lavaggio, così da aumentare l’efficacia del detersivo, in particolare di quello liquido, ad ha un effetto di potenziamento efficace anche per il candeggio). Ma se siete ancora legati allo slogan “del bucato bianco che più bianco non si può” optate per il percarbonato di sodio, un ottimo sbiancante all’ossigeno attivo che si decompone in sostanze normalmente presenti in natura. Oppure usate l’acqua ossigenata a 130 volumi (3 grammi per chilo di biancheria), con una temperatura minima di 60 gradi e tempi di immersione di almeno 20 minuti.

LA RICETTA
Grattugiate un etto e mezzo di sapone di Marsaglia ed un etto di sapone profumato, da conservare in un recipiente da cucina. A seguire aggiungete due bicchieri d’acqua di rubinetto alla polvere di sapone e riscaldate il composto a fuoco medio, mescolando il tutto sin quando il sapone non sarà completamente sciolto. All’interno di un’altra pentola con dell’acqua aggiungete una tazza di soda e mezza tazza di aceto, amalgamando la miscela in modo che si sciolga per bene.
Una volta unito questo composto a quello precedente del sapone, lasciate raffreddare il detersivo e poi con un imbuto, versatelo in un contenitore usato. A questo punto il sapone è pronto non vi resta che utilizzarlo, testandone il risultato finale sul vostro bucato.

DOSAGGIO
Adoperate circa una mezza tazza di detergente per un carico normale. Se preferite il detersivo liquido avrete bisogno di un po’ più di tempo. Grattugiate il vostro sapone di Marsiglia (vedi sopra) questa volta unitelo a dell’acqua calda facendolo sciogliere in un pentolino a fiamma bassa, spegnete il fuoco ed aggiungete della soda e del bicarbonato mescolando con un cucchiaio di legno. Badate bene che non ci sia la formazione di grumi, se necessario date qualche colpetto con il frullatore ad immersione, una volta finito questo procedimento travasate il liquido in un contenitore per detersivo riciclato. Aggiungete dell’acqua fredda e alcune gocce di olio essenziale della profumazione che desiderate e scuotete con forza per qualche minuto. Lasciatelo riposare per qualche ora.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie