Fontus, il dispositivo che trasforma l’aria in acqua potabile mentre si pedala

Considerando che ogni giorno o quasi io uso la bicicletta per spostarmi e fare le mie commissioni utilizzando la forza cinetica delle mie gambette, non posso far altro che essere entusiasta di ciò che ha realizzato uno studente austriaco, finalista al concorso internazionale di progettazione James Dyson Award 2014. Egli infatti ha realizzato un dispositivo che trasforma l’aria in acqua potabile pedalando in bici. Questo geniale dispositivo si chiama Fontus, e, applicato alla bici, condnesa l’umidità dell’aria in una bottiglia mentre ci si muove in bici.

Fontus si basa sul principio del “raffreddamento termoelettrico”, mentre la bici è in movimento, l’aria viene convogliata nella fondina superiore del dispositivo e ditribuita su una struttura di condensazione. Qui, un elemento di raffreddamento che funziona ad energia solare la trasforma in umidità e quindi le gocce d’acqua, attraverso un tubo, riempono piano piano la bottiglia sottostante.

In un’ora di pedalata Fontus è in grado di produrre circa mezzo litro d’acqua. Il dispositivo, comunque, anche se molto promettente deve ancora essere perfezionato e ottimizzato. Uno dei punti da migliorare, conclude lo studente austriaco, “è il sistema di purificazione dell’acqua. Il dispositivo ha un filtro per tenere fuori la polvere, ma non per purificarla”. L’obiettivo per il futuro, comunque, è ambizioso: “impiegare questa creazione nelle zone della Terra dove scarseggia l’acqua sotterranea, e l’umidità è alta”.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie