Guava Pineapple, insolita pianta commestibile e piena di proprietà

Questa pianta sempreverde, conosciuta anche come Feijoa sellowiana e Acca sellowiana, ha foglie sono scure, lucide e spesse. I fiori sono bianco rosacei e i frutti hanno scorza verde, polpa bianca, fra il trslucido e il giallastro di consistenza gelatinosa con molti semi durissimi. Sono frutti commestibili il cui sapore è un misto fra quello dell’anans e quello della fragola.
Questi frutti maturano fra settembre e ottobre e cadono spontaneamente dall’albero e si consumano freschi, previa sbuccitura o semplicemente tagliando il frutto a metà ed estraendo la polpa con un cucchiaino.

Non durano a lungo, al massimo 5 /6 giorni se conservati in luogo fresco. Con questi frutti si può preparare una confettura, adoperando come addensante la polpa di alcune mele, possibilmente acerbe. La si coltiva anche in Italia; se ne possono trovare molti esemplari in Liguria, specialmente nella provincia di Imperia dove il clima è mite anche durante l’inverno. La sua coltivazione ha avuto particolare successo, oltre al Sudamerica che ne è terra d’origine, in alcuni paesi dell’ex-Unione Sovietica (Georgia, Azerbaigian) e in Nuova Zelanda.

Ne parliamo perchè questi frutti sono molto importanti per le loro proprietà nutritive e organolettiche: hanno pochi grassi, un’elevata concentrazione di iodio (3 mg./100 gr. di prodotto fresco ), la cui la scarsità nell’organismo umano produce l’insorgenza del gozzo, e non contiene colesterolo. Contengono inoltre vitamina C e di Betacarotene (precursore della vit. A). Foglie, frutti (soprattutto i semi) e steli hanno proprietà antibatteriche. I frutti presentano, inoltre, proprietà antiossidanti. Oltre tutte queste caratteristiche nutrizionali e organolettiche, è importante menzionare le proprietà che ne determinano l’uso in campo cosmetico. L’estratto vegetale è ricco di principi attivi con funzionalità emollienti, ammorbidenti, toniche, rinfrescanti, elasticizzanti, dermo-purificanti e stimolanti e viene usato da diverse aziende nella composizione dei propri prodotti.

IN CUCINA
In cucina, la feijoa è utilizzata per fare frullati di frutta, marmellate e gelati, per aromatizzare vino e liquori, per dare sapore a yogurt, nonché per dare più sapore a risotti e secondi di carne. Le foglie essiccate, forniscono un delizioso infuso dolce e profumato ed anche i fiori, dolcissimi, vengono aggiunti alle insalate o gustati tal quale perché si sciolgono in bocca con una gradevolissima sensazione di fondente. Questa pianta, una volta prerogativa di vivai specializzati in piante insolite, è ormai diventata di facile reperibilità almeno presso i numerosi vivaisti ben forniti.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie