Lav, il 6-7 e 8 dicembre in 300 piazze per diritti animali

Mai più animali alla catena, animali sfruttati per l’accattonaggio o esposti in mostre e circhi, stop alle carrozze trainate dai cavalli e ai rumorosi botti che spaventano gli animali; sì al pronto soccorso veterinario, a regolamenti comunali che garantiscano più tutela agli animali, stop alla caccia, all’abbattimento di nutrie, di volpi, di cinghiali e lupi, garantire la scelta Veg in tutti i luoghi di ristoro (pubblici e privati): sono queste le principali “vertenze locali” per le quali, il 6-7 e 8 dicembre, in più di 300 piazze italiane, sarà possibile firmare le petizioni della LAV per dare più diritti agli animali.

“Quante più firme raccoglieremo, tanto maggiore sarà la possibilità che le nuove norme locali a tutela degli animali diventino vincolanti e trovino concreta applicazione – afferma Gianluca Felicetti, presidente della LAV – Ogni firma
raccolta sarà un aiuto concreto a migliorare la conoscenza e la convivenza con gli animali, facendo avanzare alcune indispensabili norme delle Amministrazioni locali a tutela degli animali. In più di 35 anni di attività abbiamo salvato milioni di quattrozampe, lottato contro i loro maltrattamenti, contro la vivisezione, gli abbandoni o i traffici illegali. Ma c’è ancora molto da fare perché gli animali non siano più vittime di soprusi e violenze ”.

PER INFORMAZIONI e LISTA PIAZZE: www.lav.it – www.lav.it/lav-in-piazza

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie