L’obesità grave può essere considerata una disabilità se ostacola la vita professionale

L’obesità è un problema crescente nella società moderna e per la prima volta, la Corte di giustizia europea, ha stabilito che l’obesità grave può essere considerata una disabilità se ostacola la vita professionale della persona che ne soffre e può essere invocata contro trattamenti ritenuti discriminatori.

La pronuncia odierna scaturisce da un caso sollevato da un tribunale della Danimarca e relativo al licenziamento di un lavoratore che per quindici anni è stato alle dipendenze del comune di Billund (Danimarca) in qualità di babysitter. Nell’ambito di tale attività, era tenuto a occuparsi di bambini nella sua abitazione. Il 22 novembre 2010, il comune ha posto fine al suo contratto di lavoro. Sebbene il licenziamento fosse motivato da un calo del numero di bambini di cui occuparsi, il comune non ha indicato le ragioni per le quali la sua scelta è caduta sul lavoratore, che per tutto il suo contratto di lavoro è stato considerato obeso. La questione dell’obesità del lavoratore è stata sollevata durante il colloquio di licenziamento ma secondo il comune questa non ne è la ragione, mentre un’organizzazione sindacale che agisce a tutela del lavoratore ha ritenuto che il licenziamento derivasse proprio da una discriminazione illegittima fondata sull’obesità.

La Corte sottolinea che il diritto europeo non prevede la proibizione delle discriminazioni nel campo dell’impiego e del lavoro fondate sull’obesità in quanto tale. Tuttavia proibisce specificamente le discriminazioni basate sulla disabilità. Ma l’obesità “può configurare la nozione di disabilità” secondo la Corte, a condizione che “nelle circostanze date, lo stato di obesità di un lavoratore comporti una limitazione”, che “sia d’ostacolo alla piena ed effettiva partecipazione della persona alla vita professionale su una base di uguaglianza con gli altri lavoratori e che sia durevole”. I giudici di Lussemburgo rinviano alla magistratura danese la decisione se nel caso del ricorrente l’obesità possa configurarsi come disabilità.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie