Puzzlephone lo smartphone modulare con un ciclo vitale di 10 anni – video

Nasce Puzzlephone lo smartphone modulare, concorrente del Project Ara di Google, componibile e aggiornabile nell’hardware in pochi semplici passi. Puzzlephone è un progetto della startup finlandese Circular Design, uno smartphone il cui obiettivo è quello di durare nel tempo, molto di più dei prodotti in commercio. Se infatti il ciclo vitale degli attuali smartphone è quantificabile in 2 o 3 anni, Puzzlephone vuole arrivare almeno a 10 permettendo successivi upgrade di componenti ai propri utilizzatori.

Puzzlephone, una piattaforma aperta che consentirebbe ai produttori di cellulari di creare i propri moduli ed ai clienti di assemblarli in qualsiasi forma desiderata. Un progetto che mira non solo a ottenere prodotti personalizzati, ma che può dare anche vantaggi dal punto di vista ambientale perchè, in caso di incidenti, si può sostituire solo la parte rotta, senza dover buttare l’intero smartphone. Secondo quanto riferito da theverge.com, sarebbe dunque in lavorazione un sistema operativo basato su Android.  A differenza dei precedenti tentativi di smartphone modulari, Puzzlephone cerca di utilizzare il minor numero di componenti, tre per l’esattezza, permettendo così di creare i telefoni più adatti alle proprie esigenze : si potrà optare, per esempio, per un cuore d’acciaio accoppiato con un cervello di intelligenza mediobassa, così da avere un telefono semplice e immortale. Oppure si potrà puntare al top della gamma per tutte e tre le componenti, così da creare il PuzzlePhone perfetto.

Gli standard di PuzzlePhone, poi, verranno in futuro resi open source, così che chiunque potrà costruire e mettere in vendita il suo “pezzo”. La filosofia dietro al progetto è riassunta così dalla compagnia finlandese: «Un domani, progettare e costruire smartphone sarà sempre più simile a progettare e sviluppare App».Prove di prototipi sono attese entro qualche settimana, ma la società ritiene che i primi moduli potrebbero essere pronti entro la fine del 2015. Gli smartphone modulari, una volta sul mercato, apriranno una nuova frontiera per il mobile, garantendo un controllo maggiore sull’hardware e consentendo al consumatore di comprare solo le parti del telefono desiderate, in modo da poter creare un dispositivo unico nel suo genere.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie