Vitalità e benessere: la chiave è la respirazione

La vitalità e il benessere sono molto importanti nella nostra vita di tutti i giorni, ma non sempre l’attività fisica ci aiuta in questo senso. La chiave di volta è la respirazione. Alcuni semplici esercizi, eseguiti in momenti particolari della giornata possono bastare. A rivelarlo è la Dott.ssa Florence Villien, medico fisiologo: inspirare, espirare.

Siamo abituati per la vita che conduciamo tutti i giorni a respirare in maniera non consona al nostro benessere fisico, il nostro respiro è corto, a scatti, a volte trattenuto dabrvi apnee.
Non solo, molto spesso respiriamo con la gabbia toracica, che fa sì che l’aria rientri nella parte superiore dei polmoni ed esca troppo velocemente. Così, l’apporto di ossigeno è insufficiente. Ne consegue che il biossido di carbonio e molte altre tossine rimangono stoccate nei tessuti polmonari. La Dott.ssa Villien dice: “Utilizziamo peraltro i muscoli cosiddetti accessori che provocano il movimento della cassa toracica, ma che non sono resistenti, producendo come ulteriore effetto quello di lasciarci completamente spossati”. Secondo la dottoressa, fondamentale sarebbe usare il diaframma che, agendo come un pistone naturale, si alza e si abbassa per far entrare e uscire l’aria dai polmoni, esercitando in questo modo un vero e proprio massaggio degli organi interni, senza alcuno sforzo.

Ovviamente la respirazione è l’unica funzione corporea di cui non possiamo fare a meno più di 10 minuti (record raggiunto da Stéphane MIFSUD, campione di apnea francese), poichè essa assolve svariate funzioni: arricchisce il sangue di ossigeno e lo purifica dei residui gassosi. Inoltre la respirazione svolge anche un’azione sulla combustione dei grassi in eccesso e sull’equilibrio dei centri nervosi. Questo perchè sia ben chiaro a tutti che quando si respira male ne risente tutto l’organismo, causando stanchezza e morale a terra. E ora passiamo agli esercizi.

AL LAVORO
Davanti allo specchio, quando andate a lavarvi i denti: piegate le ginocchia e appoggiate le mani sulle cosce. Comincia a espirare molto forte dalla bocca, facendo rientrare la pancia, come se voleste avvicinarla alla colonna vertebrale. Poi, inspira dal naso rilassando i muscoli addominali e lasciando ritornare la pancia nella posizione iniziale. Ripeti l’esercizio 3 – 5 volte. Al termine, rimettetevi diritti, inspirate nuovamente gonfiando la pancia, poi trattieni il fiato rimanendo in apnea per 5 – 10 secondi per regolare il corpo. Con questi esercizi pulite a fondo i polmoni, riposizionate il diaframma e tutto il corpo avrà una rinnovata energia. Dovete avvertire una sensazione di freschezza generale.

SUI MEZZI DI TRASPORTO
Quando si viaggia sui mezzi di traporto spesso ci esasperiamo. Allora, respirate. Potete fare l’esercizio da seduti oppure in piedi, è indifferente. È fondamentale eseguire una respirazione lenta, controllandone il ritmo. Iniziate mettendo una mano sulla pancia per osservare la tua respirazione naturale, per 2 – 3 secondi. Poi inspirate dal naso per 4 secondi, fai una pausa ogni 2 secondi, poi espira (sempre dal naso) ogni 6 secondi. Durante l’inspirazione la pancia si gonfia e si rilascia durante l’espirazione. Ripetete il movimento 3 – 5 volte o più se lo trovate piacevole. Si deve avvertire una sensazione di distensione e di tranquillità. La mente rimane vigile. Concentratevi sulla vostra respirazione, rallentarla funge da antistress naturale.

IN UFFICIO
Nel pomeriggio, è probabile che avvertiate un calo di concentrazione o che vi venga sonno, allora respirate! Da seduti, se potete appoggiate la schiena in posizione ben eretta contro lo schienale della poltrona. Oppure, posizionati in avanti mantenendo la schiena ben eretta, mettete le mani contro la scrivania. Espirate dalla bocca ogni 4 secondi spingendo le mani in avanti e portando in dentro la pancia. Arrotolate la schiena con un’oscillazione del bacino in modo da guardare l’ombelico. Inspirate ogni 4 secondi. Risalite. Ripetete il movimento 4 o 5 volte. Il cervello viene ossigenato e il plesso disteso. Perfetto per rivitalizzare il corpo, come se aveste fatto una siesta lampo.

LA SERA
Coricati in posizione supina (sulla schiena), prima di addormentarvi preparatevi a lasciarvi andare al sonno. Espira profondamente dal naso. Pancia in dentro, i muscoli lombari rimangono ben saldi al pavimento. Poi, inspirate rilasciando la pancia. Senza staccare la parte inferiore della schiena che rimane appoggiata saldamente a terra. Senza forzare, eseguite il movimento con naturalezza. Favorire l’espirazione permette di rilassarsi. Si può anche indurre il rilassamento e sentire che il viso di distende, le mascelle si allentano, le spalle scendono… Durante la fase di inspirazione potete sentire l’aria che sfiora il bordo delle narici. Ripetete l’esercizio 5 o 6 volte.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie