Vivere in una valle da pesca: un’esperienza unica

L’itticoltura estensiva è una antica attività praticata nelle Valli da pesca sin dal Cinquecento: tra isole, laghi, argini e canali, sembra quasi che in questo angolo di laguna il tempo si sia fermato. Qui vive un popolo di pescatori, di grandi conoscitori di acque e di barche, dediti alla pesca, che vivono da secoli in perfetta armonia con l’ambiente.

È un microcosmo da fiaba quello che pulsa dentro la Valle Sacchetta e Sacchettina. In valle, nell’oro del tramonto riecheggiano solo i versi di cigni reali, cormorani, aironi, gabbiani e del ricomparso fenicottero rosa, che fanno capolino tra i canneti e i giunchi, frugano tra i tamericci e si nascondono tra le fronde di salici e pioppi, in attesa di catturare la loro preda: i giovani pesci della Valle.

Costeggiando l’argine, che segna il confine tra la Valle Sacchetta e la laguna aperta, si incontrano vari specchi d’acqua attrezzati per l’allevamento estensivo del pesce. Vicino alla chiusa principale, che regola l’afflusso e il deflusso dell’acqua, sorgono i “lavorieri”, ossia quei bacini che il pesce attraversa seguendo una sorta di percorso obbligato per essere pescato, il “Casòn di valle”, ovvero l’abitazione dei pescatori, la pescheria  per la lavorazione e la conservazione del pesce e la “cavàna”, ovvero il ricovero delle barche e degli attrezzi.

In ogni stagione dell’anno si può quindi assistere a una diversa, affascinante attività: in primavera avviene la “semina” degli avannotti, i piccoli pesci appena nati; sul finire dell’estate il pesce sente il richiamo verso il mare e lungo la sua corsa viene “smistato” e catturato facendolo passare da un bacino all’altro. Una volta pescato, il pesce viene selezionato in base alla taglia, e mentre quello di 2/3 anni viene raccolto e lavorato, i giovani esemplari vengono riportati a svernare nelle peschiere di sverno.

VILLA Sacchetta: tutto il lusso di una villa esclusiva nell’incanto della Laguna di Venezia

Un gioiello nascosto tra isole e laguna

Incorniciata da questo paesaggio magico e da un contesto naturalistico unico al mondo, nasce Villa Sacchetta , antico “Cason di Valle” sapientemente ristrutturato, è una villa esclusiva pensata per chi desidera scoprire e vivere nella più totale riservatezza una Venezia diversa, godendo di una posizione comoda, ma al tempo stesso defilata rispetto alle mille meraviglie della città. Villa Sacchetta dischiude le sue porte rivelando le suggestioni di una raffinata oasi fatta di lusso, di silenzio e di pace, in grado di offrire ogni tipo di comodità e di servizio per 12 mesi l’anno.

Un soggiorno tra lusso ed eco-design, tradizione e hi-tech

Unicità e riservatezza sono le caratteristiche del contesto che circonda Villa Sacchetta, residenza che si compone di un edificio principale atto a ospitare 4 persone e di un parco privato con laghetto naturale d’acqua di laguna filtrata e depurata, attrezzato e balneabile, che invita a oziare e a rilassarsi sotto il sole.
Completamente restaurata secondo i criteri della bioedilizia, offre ai propri visitatori il piacere di un lusso ricercato e il comfort di una tecnologia tanto avanzata quanto discreta.

Un nuovo tipo di vacanza è ora possibile

In un ecosistema marino a inquinamento zero come quello di Valle Sacchetta e Sacchettina, Villa Sacchetta offre il privilegio di un soggiorno di pura privacy, in un ambiente naturalistico  da oggi accessibile a chi desidera un approccio intenso ed unico con la Laguna di Venezia e le sue meraviglie.

Valle Sacchetta ha iniziato un percorso sulla sostenibilità dell’ambiente, ha aderito al protocollo di Kyoto contro le emissioni di Co2, a breve il pesce sarà certificato come pesce biologico, la coltivazione di alghe biologiche.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie