Crisi economica: 2,5 mln di famiglie italiane consumano a tavola insieme i pasti

La crisi economica ha cambiato le abitudini, più unite le famiglie a tavola: sono 10,6 milioni quelle che, ogni giorno della settimana, fanno almeno un pasto insieme a colazione, a pranzo o a cena. In altre parole, il 61,8% dei nuclei familiari, esclusi quelli unipersonali, riesce ad avere un momento quotidiano d’incontro intorno alla tavola.  Si arriva al pasto in comune per condividere e contenere le spese, ma oltre alla necessità di risparmiare, c’è la voglia di trovare momenti di convivialità in reazione alla dilagante crisi relazionale.

Le difficoltà economiche e sociali diventano dunque un’opportunità per rafforzare i legami familiari, che rappresentano una tutela per i singoli membri in caso di necessità materiali, ma anche come supporto psicologico per affrontare nuove ansie e preoccupazioni. Circa 2,5 milioni di famiglie italiane (il 14,3%) si riuniscono intorno alla tavola per i 3 pasti principali della giornata, tutti i giorni della settimana. Un incontro che, pur non garantendo a priori la qualità delle relazioni, è un valore di per sé, rappresentando un momento di incontro in cui la relazionalità può realizzarsi: essere vicini, potersi guardare negli occhi e scambiarsi parole, opinioni, anche a muso duro se necessario.
Al contrario, sono solo 342mila le famiglie in cui la copresenza a tavola durante la settimana è ridotta a livelli minimi, vale a dire al massimo 1 pasto insieme 2 volte a settimana.

La cena si classifica come il momento più unificante, con 8,8 milioni di famiglie che cenano insieme ogni sera. Sono invece 5,2 milioni quelle che pranzano in famiglia e 4,6 milioni che fanno colazione insieme tutti i giorni della settimana. I dati mostrano che la tavola continua ad essere un momento rituale significativo per tante famiglie italiane, malgrado i numerosi fenomeni sociali di destrutturazione dei pasti, di proiezione verso l’esterno dei membri, di sviluppo di una relazionalità extrafamiliare, anche per i membri di età adolescenziale. Lo stare assieme raggiunge l’apice nei week-end: il sabato e la domenica sono 8,1 milioni di famiglie che fanno colazione insieme, 12,8 milioni quelle unite durante il pranzo e 11,4 milioni che si riuniscono tutti insieme per la cena.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie