Da Facebook pet therapy online per un ragazzo in ospedale

La pet-therapy si può fare anche online, lo dimostra un nuovo fenomeno nato da poco per aiutare un ragazzo di 16 anni, Anthony Lyons che è ammalato di lucemia linfoblastica ed è ricoverato presso il Phoenix Children’s Hospital, USA e che di tanto in tanto può riceve la visita dei suoi amici a quattrozampe, i cani. Ma quando questo non è possibile, l’aiuto gli arriva da un gruppo creato appositamente su Facebook: Photo Doggies for Anthony, in cui altre 700.000 persone si sono iscritte per inserire fotografie dei propri cani, che aiutano il ragazzo ad affrontare le estenuanti terapie a cui viene sottoposto.

Tutto è partito da una amica della madre di Anthony, Roberta Lucero-Koron, che ha invitato gli utenti del social network a pubblicare foto curiose e divertenti dei propri cani, con qualche parola di incoraggiamento e indicazioni sulla propria provenienza. E le immagini sono arrivate numerosissime, da tutte le città americane ma anche dall’Inghilterra e dalle truppe Usa in Afghanistan.

La mamma mostra quotidianamente ad Anthony tutte le foto e anche i video che ritraggono i quattrozampe nelle più disparate situazioni, mascherati o intenti a giocare con palline o simili. E Anthony ha dichiarato: “Mi aiuta molto questa particolare ‘pet therapy’. Se la mia giornata inizia male, all’improvviso spunta un cane dallo schermo e illumina tutto”.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie