Da Striscia la Notizia a firmiamo.it, gli italiani dicono “Basta ai combattimenti dei cani”

A seguito di un servizio televisivo è nata la petizione online per dire basta ai combattimenti dei cani, che, in soli due giorni ha raccolto più di 8000 firme. Un numero di adesioni che cresce di ora in ora dimostrando la vitalità dell’attivismo nel web e la grande partecipazione del bacino internet italiano: http://firmiamo.it/basta-combattimenti-dei-cani .

L’iniziativa prende le mosse da un servizio televisivo andato in onda nel corso del programma “Striscia la Notizia” il 19 gennaio 2015 (http://www.striscialanotizia.mediaset.it/videogallery/2015/videogallery_edoardo_stoppa.shtml). Immediata la reazione dei cittadini, come si legge nella pagina web della petizione BASTA COMBATTIMENTI DEI CANI:

“Selezionano e allevano i cani apposta per metterli a combattere e ricavare i soldi sporchi delle loro schifose scommesse! Il servizio di Edoardo Stoppa per Striscia la Notizia, puntata del 19/01/2015, fa vedere cuccioli nati per morire in combattimento, costretti in condizioni disumane e spaventatissimi. Non è possibile che nel 2015 esistano ancora realtà come quella che vediamo nel video di Striscia. I criminali che fanno combattere i cani devono avere quello che meritano! Bisogna finirla con l’omertà, chi sa qualcosa deve denunciare SUBITO alle forze dell’ordine, dobbiamo assicurarci che questi schifosi sfruttatori vengano PUNITI SEVERAMENTE!!
Chiediamo che gli sfruttatori dei poveri cani vengano messi in galera SUBITO e che non possano più avere animali in vita loro!!”

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie