Dipingere con i cosmetici: l’arte di Anna de Rosa

Anna De Rosa è una pittrice non comune, e la sua orginalità nella pittura è che per dipingere usa cosmetici scaduti oppure avanzati: residui di rossetti, fard, fondotinta, mascara. Ne nasce uno stile davvero particolare. Questa pittrice ecosostenibile usa i fondotinta di tutte le tonalità per dare vita a volti e corpi, il mascara per tratteggiare i capelli, smalti per unghie per decorare la sua opera, mentre gli ombretti mescolati con olio di semi danno vita agli sfondi, e le matite kajal agli occhi e le sue opere prendono vita  su tele realizzate con materiali di recupero. Le tele infatti nascono da scampoli di stoffa, pezzi di compensato, avanzi di falegnamenria e tele usate che lei stessa ripulisce e imbianca.

Non usa nemmeno i pennelli Anna De Rosa, i suoi strumenti sono le dita, le mani e i cotton fioc, il resto lo fa la fantasia. Ella infatti spiega: “I cosmetici hanno un’ottima resa, simile all’acrilico, si asciugano bene e per fissare il colore, soprattutto quando si usano gli ombretti, basta usare un protettivo, va bene anche la lacca”. Ed è grazie al passaparola che si procura i cosmetici, sono infatti le persone che conosce  oltre alle figlie a protarle tutto quello che le serve per dipingere.

questa sua originalità pittorica le è valsa alcuni riconoscimenti come quello del Museo del Riciclo di Milano che l’ha inserita nella sua lista di “eco-artisti”. Anna De Rosa ha esposto le sue opere al Moa di Eboli, al Consolato italiano di Dubai e poi a Madrid, Milano e Napoliha. Inoltre ha partecipato alla Biennale di Arte Contemporanea di Salerno . Esporrà anche alla Camera di Commercio di Salerno, e sta lavorando a dei quadri dedicati al tema dell’alimentazione per Expo 2015.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie