Ecco la birra “ecologica” a bassa impronta di carbonio contro i cambiamenti climatici

Come la vuoi la birra, chiara o doppio malto ? La voglio ecologica. Una birra a bassa impronta di carbonio contro i cambiamenti climatici è stata prodotta da un birrificio di Portland, negli Usa. Un barile della birra rossa chiamata “Migration Blood, Sweat and Red” genera circa 57 chilogrammi di CO2, una cifra equivalente a quella prodotta da un viaggio di circa 220 chilometri in automobile.

Per calcolare quanto impatta sull’ambiente una normale birra, degli esperti di sostenibilità del Migration Brewing in Oregon, hanno valutato l’intero ciclo di vita della bevanda, analizzando la quantità di anidride carbonica prodotta dalla crescita e produzione degli ingredienti, la loro spedizione alla fabbrica, la creazione della birra, il confezionamento e la distribuzione ai clienti. Hanno così scoperto che un barilotto della loro Birra rossa chiamata “Migration Blood, Sweat and Red” genera circa 57 chilogrammi di CO2, equivalente a guidare circa 220 chilometri in automobile.

Mike Branes all’Oregon Public Broadcasting (OPB) – ha dichiarato – “Ero molto sorpreso di quante emissioni vengono emesse da un barile di birra”, naturalmente sapevo che c’era un impatto sull’ambiente e non sapevo fino a che punto”.

Circa l’80% delle emissioni di anidride carbonica della birra erano prodotte dalle operazioni della birreria, in gran parte dall’uso di energia. Per ridurre tali impatti, la fabbrica ha comprato uno scaldacqua ad alta efficienza ed ha acquistato crediti di carbonio per il suo uso di elettricità – non solo per la variante eco-friendly, chiamata “Little Foot Red”, ma per tutte le loro birre. Considerando poi che il 15% dell’impronta di carbonio era dovuta alla produzione e trasporto dell’orzo, Branes ha deciso di cambiare ricetta e passare ad un orzo biologico locale

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie