Ecosostenibilità da strada: Copenhagen Street Food

Il nord Europa sempre attento all’ambiente ha inaugurato un nuovo tipo di ristorazione che probabilmente già conoscete: la Street Food, che non è solo cibo di strada (tradotto letteralmente) ma è qualcosa di molto di più. In realtà al giorno d’oggi è diventato un simbolo di tradizione culinaria nella quale si associano l’esigenza del contemporaneo e della modernità. Così in Danimarca, questa nuova filosofia si è fatta largo nella mentalità delle persone tanto da essere diventata qualcosa di stabile.

Stiamo parlando del Copenhagen Street Food, che si trova sull’isolotto Papirøen (vicino al distretto di Christiania) una sorta di mercato dove si trovano sdraio allestite appositamente al sole, dove si può ascoltare musica ma soprattutto ci trovate ben quaranta food trucks, che offrono specialità internazionali, passando per pizza, hot dog, sushi e tanto altro.

Questo complesso nasce dalla dismissione di un vecchio magazzino per lo stoccaggio della carta e in un luogo in cui nascerà nei prossimi anni un complesso immobiliare residenziale a completamento del recupero della zona. Ma non è tutto perchè l’allestimento prevede arredi in materiale di riciclo e recupero, compresi dei vecchi container presenti nell’area e destinati ad essere smaltiti.

Un progetto non solo originale ma anche ecocompatibile (visto il riciclo dello scarto) perchè su alcune pareti è stato usato un rivestimento costituito dalle valve nere delle cozze che sono coltivate poco distanti dalla zona; purtroppo non si hanno notizie in merito all’effettivo risultato per quanto riguarda l’isolamento delle pareti.

I prezzi sono assolutamente modici per gli standard della capitale danese (un piatto completo costa al massimo 10 euro). Particolare attenzione è data all’ecosostenibilità dei prodotti venduti tutti di origine e qualità controllata. Bar, coffee wagon e punti di degustazione per il vino, gli champagne, i drink e i cosiddetti soft-beverage: la maggior parte delle bevande di origine bio.

Ad ideare Copenhagen Street Food, sono stati Jesper Møller e Dan Husted, che hanno voluto creare un luogo in cui giovani cuochi e imprenditori possano avviare la propria attività di ristorazione con un budget iniziale estremamente basso, riuscendo a trovare la clientela interessata ad un determinato stile culinario e confrontandosi con altri colleghi, il tutto prima di investire in un locale proprio.

L’associazione Copenaghen Street Food, che cura questo progetto in itinere, utilizza i profitti per la conservazione dell’allevamento biodinamico Thorshøjgaard di Niels Stokholm, che pare essere uno degli ultimi allevatori rimasti di bovini rossi tipici della Danimarca.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie