Epifania, sostenze tossiche nei giocattoli a rischio la salute dei bambini

L’Epifania è la festa di tutti i bambini che, dopo i regali di Natale sotto l’albero, aspettano impazienti la calza della befana piena di caramelle, regali e carbone, ma anche giocattoli. Purtroppo potenziali rischi si annidano nel materiale plastico di cui sono composti molti articoli da regalo, in particolare giochi per bambini per l’utilizzo degli ftalati, sostanze tossiche che possono distruggere il sistemo endocrino. Il pericolo viene dai giochi contraffatti e non certificati, nei quali sono presenti grandi quantità di ftalati, un tipo di sostanze tossiche che possono avere effetti devastanti nei bimbi. A lanciare l’ allarme la Federazione italiana medici pediatri, che invita la popolazione ad acquistare soltanto giocattoli che rechino il marchio CE.

Gli ftalati sono sostanze tossiche per organi riproduttivi, soggette a restrizione europea. Il loro utilizzo  non è consentito a concentrazioni superiori allo 0,1%, né nei giocattoli né negli articoli destinati all’infanzia. Il motivo della restrizione è dovuto al pericolo di esposizione che può derivare dal masticare o succhiare per lunghi periodi di tempo oggetti che contengono ftalati, distruttori del sistema endocrino umano». La presenza di ftalati nei giocattoli e il conseguente ritiro dal commercio in vari Paesi europei viene segnalato sistematicamente nel sistema RAPEX a partire dal 2005.

Secondo gli ultimi rapporti del ministero della Sanità si tratta prevalentemente di articoli di origine cinese. Dal 2008 una media di più di 110 notifiche l’anno riguarda questa categoria di prodotti pericolosi, per la presenza degli ftalati oltre al limite consentito. Nel 2011 hanno rappresentato il 27% delle notifiche totali relative ai giocattoli: il 488 dei casi”

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie