Farmaci: Trend in salita per la spesa farmaceutica italiana +4,4%

Trend in salita per la spesa farmaceutica italiana. Presentato il Rapporto Osmed dell’Aifa sull’uso dei farmaci in Italia. Nel 2014 è cresciuta la spesa a carico dei cittadini per i ticket sanitari: l’incremento, rispetto al 2013, è stato pari al +4,4%.

La spesa sostenuta dai cittadini per ogni compartecipazione a loro carico (ticket regionali e differenza tra il prezzo del farmaco acquistato dal cittadino e il prezzo di riferimento dei medicinali a brevetto scaduto), ha fatto registrare una ulteriore crescita, risultando complessivamente pari a 1.121 milioni di euro, con un incremento, rispetto al 2013, del 4,4%. La spesa privata, comprendente tutte le voci di spesa sostenute dal cittadino, ha registrato una riduzione del -0,1% rispetto allo stesso periodo del 2013.

La spesa farmaceutica territoriale a carico del Ssn, che comprende i farmaci distribuiti attraverso le farmacie pubbliche e private e la distribuzione diretta e per conto, è stata pari a 8.769 milioni di euro (144 euro pro capite circa), con una riduzione dell’1,7% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

Esaminando le principali componenti della spesa convenzionata, farmaci erogati dal Ssn attraverso le farmacie pubbliche e private, la causa della riduzione della spesa, pari al -2,2%, è stata la diminuzione dei prezzi (-3,2%) mentre si assiste allo spostamento di lieve entità dei consumi da specialità più costose verso quelle meno costose e a un aumento delle quantità di medicinali prescritti +1,9% in termini di dosi giornaliere ogni 1.000 abitanti.

Sempre nei primi 9 mesi del 2014 ogni italiano ha acquistato circa 23 confezioni di medicinali, di cui 14 in regime di assistenza convenzionata, per un totale di 1.398 milioni di confezioni di medicinali (classe di rimborsabilità A e C), per una media di circa 23 a testa, senza variazioni rispetto ai 9 mesi dell’anno precedente. A livello di consumi in regime di dispensazione convenzionale, nello stesso periodo temporale sono state prescritte 1.035 dosi giornaliere ogni mille abitanti.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie