I finlandesi dicono no alla pubblicità in cassetta

Oggi nella gran parte dei condomini si trova fuori dal partone una speciale cassetta nella quale vengono posti i volantini pubblicitari. Questo per lo meno da noi evita che le nostre cassette della posta vengano riempite di carta. Questo però non toglie il fatto che spesso questi volantini vengano mal risposti da colori che la distribuiscano e che poi si sparpaglino per terra, oppure che qualche membro del condominio li prenda in blocco e li getti via.

Eppure gli stessi volantini si trvoano anche attraverso una semplice ricerca sul web, ma ciononostante la pubblicità in cassetta sembra essere ancora fiorente. I finlandesi invece, lungmiranti e consapevoli, per ridurre la produzione di rifiuti, hanno optato per una soluzione drastica: sulla propria cassetta della posta mettono un’etichetta con scritto “non vogliamo pubblicità”. In questo modo evitano due problematiche: avere la cassetta piena e limitare la selezione della carta per il riciclo.

Sarebbero circa 600.000 famiglie finlandesi ad optare per questa scelta, ma il numero è in costante aumento: almeno l’1 o il 2% ogni anno (circa 50.000 nuclei). In più, si registra un aumento del fenomeno proprio nel periodo estivo, quando spesso ci si allontana da casa per lunghi periodi. E’ opinione di molti professionisti del settore pubblicitario che questo fenomeno possa rivelarsi una minaccia per il business.

Tuttavia anche dal CRA, l’Autorità finlandese per le comunicazioni, arriva il messaggio di un vero e proprio crollo della pubblicità postale, indicato anche da una forte diminuzione degli abbonamenti a riviste e giornali. Il mondo della pubblicità sta sicuramente cambiando linguaggio e forma, ma se questo significa evolvere verso una riduzione degli sprechi di carta non possiamo che essere fiduciosi.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie