Formaldeide: eliminarla con le piante

Per formaldeide è un composto chimico usato dalle industrie e che si trova in varie forme a temperatura ambiente: si tratta di una sostanza incolore, con un odore pungente, infiammabile e gassoso. Si usa a fari fini, ad esempio per la fabbricazione di materiali da costruzione come i prodotti di legno, resina adesiva, pannelli di fibre, compensato, apparecchi a combustione e stufe al kerosene. Inoltre questo composto lo possiamo trovare anche in asciugamani di carta, shampoo, deodoranti, cosmetici, prodotti per capelli, spray e detersivi per la pulizia della casa, tendaggi, abbigliamento e fumo di sigaretta.

L’inalazione di aria contaminata da formaldeide, può esporre ad alcuni rischi per la salute, anche gravi. Da ricordare problemi respiratori come l’asma, allergie, nausea e mal di stomaco, bruciore agli occhi, mal di testa, ma oltre a ciò secondo gli ultimi studi può provocare il tumore anche negli animali, e quindi essere cancerogeno non solo per l’uomo, ma anche per i nostri amici domestici.

Ci sono fortunatamente alcuni tipi di piante che se strategicamente poste in ufficio o incasa possono assorbire la formaldeide a ltri gar nocivi, tipo il benzene, facendo sì che possiamo tutelare lanostra salute purificando l’aria. Queste piante miracolose sono: l’Aloe Vera, che abbisogna di luce diretta, ma non di troppe attenzioni in generale; Edera che non ama l’esposizione diretta; Photos; Spatifillo che necessita di penombra e di un’annaffiatura di una volta a settimana e infine la Sansevieria che ha bisogno di molta luce e odia il freddo.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie