Incensi fai da te: autoproduzione casalinga

Gli incensi che bruciano rendono gli ambienti mistici, con il loro profumo, la fragranza e gli effetti che possono avere sulla nostra mente. Gli incensi sono molto utili per rinfrescare gli ambienti e per farci stare meglio. Servono a purificare le energie e farle scorrere in maniera fluida. Acquistare gli incensi è semplice se ne trovano ovunque, ma anche in questo caso è bene fare attenzione ai componenti. Ovviamente questo vale anche per i profumi per la persona, per l’auto, questi ultimi si possono autoprodurre mixando gli oli essenziali ad acqua distillata.

Ecco perchè è possibile fare in casa gli incensi da bruciare, un modo creativo per impegnare la manualità ma anche per incominciare a conoscere le erbe o i fiori o i frutti. Per l’inverno infatti molto si addice l’eucalipto, le scorze degli agrumi. Vediamo quale procedimento utilizzare ed essere sicuri di ciò che facciamo:

Per autoprodurre gli incensi servono 4 semplici ingredienti:
-12 cucchiaini di acqua
-3 cucchiaini di fiori di camomilla
-3 cucchiaini di fiori di lavanda
-4 cucchiaini di incenso in grani naturale, potete acquistarlo in rete oppure anche nelle erboristerie e farmacie

In un mortaio mettete le erbe essicate, senza acqua, e tritate pazientemente. Poi vuotate il contenuto in un contenitore e piano piano aggiungete l’acqua e l’incenso in grani, amalgamandola di volta in volta. Ottenuto un impastino morbido, con le dita prpendetene poca quantità per volta e lavoratela formando poi dei piccoli conetti, oppure delle palline ma i coni sono più pretici perchè hanno la base piatta. Riponeteli quindi su una grata e lasciate asciugare sulla stufa per circa 24 ore, una volta essiccati vanno riposti su un carboncino apposito. Non vi resta poi che accenderli e godervi dell’aroma che avvolgerà le vostre case!

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie