La pellicola per alimenti si fa green: fatta con i gusci dei crostacei

Per la conservazione dei cibi nelle nostre cucine non manca mai la pellicola trasparente, quella che si usa non solo per avvolgere gli alimenti, ma anche per coprire le ciotole dove li inseriamo. In ogni caso non se avete mai guardato l’etichetta delle pellicole per alimenti in commercio, sappiate che conservare il cibo avvolto in essa non è molto salutare. Ma un team di ricercatori dell’Università dei Baesi Baschi, in Spagna, è riuscito a realizzare una pellicola fatta di chitosano (che probabilmente vi ricorderà preparati dietetici ed integratori alimentari), che è un polimero di zucchero derivato dal guscio dei gamberetti. E’ 100% biodegradabile e può sostituire con gran successo gli imballaggi più inquinanti derivati dal petrolio e comunemente utilizzati.

La nuova pellicola “ai gamberetti” garantisce notevoli benefici sia sul fronte alimentare che su quello ambientale. Grazie al rivestimento in chitosano, infatti, riesce a ritardare il deterioramento microbico del cibo, oltre a migliorare il colore e la consistenza degli alimenti. Allo stesso tempo, il polimero riduce anche l’impatto ambientale, essendo totalmente biodegradabile.

“Questo non significa che non inquini” ha precisato il responsabile della ricerca, Itsaso Leceta. “Il chitosano è fatto di gusci di gamberi, gamberoni ed altri crostacei, in termini di impatto ambientale è molto meglio rispetto alle normali pellicole in plastica, ma la sua produzione deve essere ancora ottimizzata”. E conclude: “Una volta migliorato il processo, l’impatto ambientale si ridurrà ulteriormente”.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie