Nel Dna delle balene della Groenlandia l’elisir di lunga vita

Un team di scienziati ha scoperto l’elisir di lunga vita dopo aver attentamente studiato i geni che consentono a mammiferi come la balena della Groenlandia di vivere oltre 200 anni. Studiando i modelli genetici della balena della Groenlandia, i ricercatori hanno scoperto l’esistenza di geni unici legati alla resistenza al cancro e alla capacita’ di riparazione dei danni del Dna. La maggior parte dei mammiferi muore ben prima di raggiungere l’età di 100 anni, ma gli scienziati hanno lungamente cercato di capire come queste sopravvivano rispetto ad altre specie di balene evitando malattie tra cui cancro e malattie cardiache.

Studi separati nel Regno Unito e in America hanno ampiamente mappato modelli genetici delle balene e permise agli scienziati di identificare i geni specifici legati alla longevità.
Joao Pedro de Magalhaes, ricercatore principale dello studio britannico asserisce che questa scoperta potrebbe essere utilizzata per allungare la vita umana. Lo scienziato dell’Università di Liverpool è ora alla ricerca di finanziamenti per inserire i geni nei topi, e vedere se migliora la loro resistenza alle malattie.

Infatti ha dichiarato: “Il mio prossimo esperimento sarà prendere un gene dalle balene della Groenlandia e metterlo in un topo e vedere se quel topo vivrà di più ed sarà protetto contro il cancro”. E ha continuato: “Se i risultati saranno quelli che spero, allora potremmo provare a pensare ai modi per impiegare tali conoscenze per fini terapeutici (umani)”. Risultati simili allo studio britannico sono stati quelli di una ricerca pubblicata qualche mese fa dall’Harvard Medical School sulle balene della Groenlandia.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie