Panasonic sviluppa la “Tecnologia Fotocatalitica di Purificazione dell’Acqua

Bere acqua pulita e purificata è un lusso in molte parti del mondo e fornire acqua potabile è una sfida che si può affrontare in molti modi. Ci sono diverse modalità di purificare l’acqua, ma la maggior parte si rivela costosa e quindi improponibile. Ma Panasonic ha elaborato una nuova tecnologia per riuscire a produrre acqua pulita ad un costo minimo: la “tecnologia fotocatalitica di purificazione dell’acqua”. Questa tecnologia utilizza fotocatalizzatori ed i raggi UV dal sole per purificare acqua inquinata ad alta velocità, creando acqua sicura e potabile.

Quando i fotocatalizzatori sono esposti a luce ultravioletta, formno ossigeno reattivo che purifica le sostanze tossiche. Questo sistema di purificazione dell’acqua opera legando il biossido di titanio (Ti02),che reagisce con luce uv, alla zeolite. Gli scienziati hanno tentato di sfruttare il biossido di titanio per questo scopo nel passato, ma poichè è una particella troppo fine, si disperde troppo rapidamente in acqua. La zeolite aiuta a risolvere il problema.
Questo consente di mantenere la fotocatalisi loro intrinseca attiva. Inoltre, poiché le due particelle sono legate insieme dalla forza elettrostatica, non c’è bisogno di sostanze chimiche leganti.

Quando queste particelle fotocatalitiche nuove vengono agitate, TiO2 viene rilasciato dalla zeolite e disperso in acqua. Come risultato, la velocità di reazione è notevolmente elevata rispetto ai metodi convenzionali di TiO2 fissa su una superficie di substrati, che permette di trattare un grande volume di acqua in un breve lasso di tempo. Quando l’acqua torna allo stato di quiete, il Ti02 e zeolite si rilegano, il che significa, rendendo più semplice separare e recuperare i fotocatalizzatori dall’acqua, consentendo loro di essere riutilizzati in un secondo momento.

Oltre ad utilizzare la luce, un’altra caratteristica fondamentale dei fotocatalizzatori è che grazie ad essi non devono essere usati farmaci. Come tali, essi offrono un basso costo e rispetto dell’ambiente nel trattamento delle acque. Panasonic mira a fornire l’acqua a piccole comunità rurali, ad esempio, utilizzando autocarri dotati di sistemi di depurazione dell’acqua fotocatalitici. Al di là di questo, la società sta cercando un collegamento con gli operatori di approvvigionamento idrico locali per la creazione di strutture di depurazione delle acque, e sta anche valutando la concessione di licenze di questa tecnologia alle imprese. Panasonic sta lavorando per ridurre i costi e le esigenze di manutenzione dei sistemi di depurazione dell’acqua – il suo scopo è quello di rendere questa tecnologia disponibile in tutta l’India e altri paesi emergenti.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie